GarbatellaToday

Pup Da Vinci, ecco la risposta di Alemanno: "Nessun rischio per i palazzi"

Il comitato Nopup Indignati aveva lanciato una petizione popolare per chiedere lo spostamento del parcheggio di viale Leonardo da Vinci. Il sindaco Alemanno e l'assessore alla mobilità Aurigemma rispondono con una lettera

Per richiedere lo spostamento del parcheggio di viale Leonardo da Vinci - il numero 344 nell'ambito del P.U.P. - il comitato Nopup Indignati aveva lanciato una petizione popolare firmata da circa mille sostenitori. Ora arriva la risposta del sindaco Alemanno e dell'assessore alle Politiche della Mobilità Antonello Aurigemma. La lettera, datata 14 febbraio 2012 e firmata dal sindaco, è stata resa pubblica dallo stesso comitato. In sostanza, di fronte ai motivi che avrebbero dovuto giustificare lo spostamento del parcheggio nel quartiere San Paolo addotti dal comitato, il sindaco e Aurigemma rispondono che "non vi sono pericoli per i palazzi adiacenti, né è stata rilevata alcuna falda acquifera nell'area oggetto dell'intervento".

LE RICHIESTE DEL COMITATO - Questi i motivi della richiesta di spostamento del parcheggio n.344 nell'ambito del PUP, oggetto della petizione popolare del comitato Nopup: "1) inadempimento dei criteri di base del PUP nato per rispondere a problemi di traffico e parcheggio. Entrambi questi problemi non erano presenti nell’area prescelta. Come ulteriore conferma della mancata giustificazione si rammenta il fatto che questo parcheggio nasce per necessità di spostare un altro parcheggio, e non per rispondere a problemi reali; 2) serio e reale rischio di danneggiare i palazzi adiacenti agli scavi con gravi conseguenze per i proprietari che da anni denunciano, con perizie di geologi e ingegneri, l’assoluta inadeguatezza del terreno. Il rischio  e la preoccupazione sono estesi anche alle scuole adiacenti; 3) abbattimento di quasi tutti gli olmi del viale creando ancora più instabilità al terreno ricco di acqua e deturpando un’enorme zona del quartiere; 4) congestione della viabilità di un viale che è un’arteria fondamentale per il traffico della zona di Garbatella/San Paolo/Colombo. La riduzione forzata ad una carreggiata sta provocando già da più di un anno seri problemi di viabilità, aumento dello smog e polveri ma soprattutto reale problema di sicurezza (continui incidenti e investimenti di pedoni)".

LA LETTERA DEL SINDACO - "Con riferimento a quanto richiesto con la petizione indicata in oggetto si rappresenta che l'Assessore alle Politiche della Mobilità, Antonello Aurigemma, ha precisato quanto segue: - l'attuale localizzazione del parcheggio in viale Leonardo da Vinci, inserito nel Piano emergenziale di cui all'ordinanza n. 129/08, scaturisce da una decisione del Municipio Roma XI, in quanto rispondente all'esigenza di far fronte all'occupazione costante, da parte di auto in sosta, dello spartitraffico centrale del viale, adibito a verde pubblico; - per quanto riguarda il 'serio e reale rischio di danneggiamento dei palazzi adiacenti', è stato acquisito il parere del prof. Alberto Prestininzi, geologo, membro della Commissione di Alta Vigilanza, in base al quale 'l'opera da realizzare, per ubicazione e per le condizioni geologico-stratigrafiche presenti, non modifica lo stato tensionale del sottosuolo ove sono presenti le fondazioni e, quindi, non può essere considerata fonte di pericolo per i fabbricati stessi'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lettera di risposta in cinque punti continua così: - l'abbattimento degli olmi posti lungo il Viale sarà limitato a quegli esemplari che impediscono, materialmente, la realizzazione del parcheggio e, comunque, previo rilascio dei necessari permessi e/o nulla osta da parte degli organi e uffici deputati. Al riguardo, il Consorzio concessionario si è impegnato, con atto d'obbligo, a rogito notaio Manzella, in data 2 novembre 2006, ad eseguire in fase di realizzazione del parcheggio opere di abbattimento, di potatura, nonché di piantumazione di nuovi soggetti arborei, nel pieno rispetto del cronoprogramma a cura del Servizio Giardini del Comune di Roma; - per quanto riguarda, invece, l'eventuale presenza di falde acquifere nell'area oggetto dell'intervento, dalla lettura della strumentazione all'uopo installata, non è stata rilevata alcuna falda, pur non potendosene escludere, in assoluto, l'esistenza ad una profondità molto elevata; - da ultimo, per salvaguardare lo spartitraffico alberato e consentire la sosta, il progetto per la sistemazione superficiale superficiale dell'area soprastante detto parcheggio, prevede una corsia a senso unico da via Giovannipoli a largo Leonardo da Vinci ed una corsia a doppio senso da largo Leonardo da Vinci e via Giovannipoli. Si prega la S.V. di informare gli altri firmatari della petizione in merito ai contenuti della presente". Così si conclude la lettera firmata dal sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus: a Roma 58 nuovi positivi, 2914 casi nel Lazio. Record di guariti nelle ultime 24 ore

  • Roma, dove ha colpito di più il Coronavirus? Ecco la mappa dei contagi nei municipi

  • Coronavirus: a Roma 54 nuovi positivi, si abbassa il trend dei contagi. Nel Lazio 3095 casi da inizio epidemia

Torna su
RomaToday è in caricamento