GarbatellaToday

San Paolo: auto e cassonetti sono tempestati dagli escrementi

Le auto lasciate in via Gozzi, a ridosso della stazione metropolitana San Paolo, diventano facile bersaglio dei volatili. "Alle volte, per quanti escrementi ci sono sul parabrezza, è pericoloso anche mettersi alla guida"

Ci sono giornate in cui prendere l’auto è davvero un azzardo. Il traffico e la difficoltà di trovare un parcheggio, rendono più pratico spostarsi con i mezzi pubblici. Alcune volte però, raggiungere i nodi di scambio di una stazione metropolitana per lasciarvi la propria auto, può essere altrettanto rischioso. E’ quanto accade ad esempio a ridosso della fermata San Paolo.

GLI ESCREMENTI DEGLI UCCELLI - Le auto posteggiate  in via Gaspare Gozzi, sono letteralmente tempestate dagli escrementi dei volatili. “Alcune mattine è pericoloso mettersi alla guida, perché dal parabrezza non si vede proprio niente” ci segnala un lettore. Ed immaginiamo che lo stesso accada la sera, dopo il tramonto, quando gli uccelli hanno raggiunto i propri rami.Il fenomeno, ovviamente, non colpisce solo le automobili ma anche gli arredi urbani, come ad esempio i cassonetti, ormai completamente ricoperti dal guano di qualche volatile.

UN FACILE BERSAGLIO - “Lo spettacolo cui assistiamo tutte le mattine- ci spiega Lorenzo, un residente – è sempre lo stesso. L’auto che abbiamo lasciato parcheggiata la sera prima, è ridotta uno schifo. Ti disgusta anche solo toccare la maniglia della portiera”. Le foto che Lorenzo ci ha mandato, ben esemplificano lo stato in cui versano le vetture parcheggiate in via Gaspare Gozzi.

ALLA RICERCA DI SOLUZIONI - “La verità – aggiunge il lettore – è che questo fenomeno è andato aumentando. Io non so se sia colpa delle alberature che non sono state potate  o se invece siamo in presenza di un assalto degli uccelli. Quello che posso dire è che la situazione è davvero insostenibile”. Ed a giudicare dalle immagini inoltrateci, è difficile dargli torto. “Mi chiedo se non si possano intraprendere le misure adottate a Termini. Anche lì, anni fa, c’era lo stesso problema - ricorda Lorenzo, che aggiunge -  Mi sembra che però, ora, lo abbiano risolto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento