GarbatellaToday

Un anno fa Comune e Municipio si contendevano la sua intitolazione: oggi l'area giochi è il regno dell’abbandono

A San Paolo lo spazio verde che il Municipio voleva dedicare ad Aldo Murgia, è diventata un ricettacolo di bottiglie e rifiuti. E’ l’ennesima area giochi che a San Paolo viene lasciata nel degrado

Un anno fa Comune e Municipio discutevano per la sua intitolazione. L’area verde situata tra via Galba e viale Giustiniano Imperatore, per l’ente di prossimità, doveva essere destinata a ricordare Aldo Murgia, il giovane barbaramente assassinato per una questione di parcheggio.

Il braccio di ferro tra Comune e Municipio

Di avviso diverso si era però mostrata Roma Capitale. Il Campidoglio, ignorando la richiesta del territorio, aveva così deciso di dedicarla ad Edoardo Valentini, apprezzato vignaiolo e cantiniere abruzzese. Per l'occasione  sul posto si erano presentati il Vicesindaco Luca Bergamo e la Fondazione italiana sommelier.

Un'area giochi impresentabile

A distanza di un anno, Comune e Municipio hanno smesso di interessarsi di quello spazio. Un tempo è stata un’area giochi, realizzata come opera a scomputo per il sottostante parcheggio interrato. Oggi invece, risolto il contenzioso con il concessionario, è stata acquisita al patrimonio pubblico. Ma risulta difficile definirla un’area giochi. 

L'invasione delle bottiglie

Gli arredi ludici sono totalmente impraticabili. Sulle altalene, senza seduta, era stato posto anche il nastro giallo della polizia locale. Altri giochi destinati ai bambini non se ne individuano. Al contrario delle bottiglie. L’area, che per degrado batte di misura il prospiciente “Bidet” di San Paolo, è da tempo un luogo deputato ai bivacchi.

Le aree gioco del Municipio

Sotto e sopra le panchine, nei cestini, si può trovare di tutto. Vecchi televisori a tubo catodico con il monitor fracassato. Abiti consunti gettati alla rinfusa. Una situazione già osservata altrove. Basta infatti attraversare la strada, per raggiungere un’altra area giochi che l’amministrazione ha colpevolmente dimenticato. Qui gli arredi ci sono ma portarvi i bambini, oltre che degradante, per la presenza di vetri infranti può risultare anche pericoloso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

  • Omicidio a Marconi: colpito da una coltellata, morto 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento