GarbatellaToday

PUP Da Vinci, i cittadini sono ancora indignati: “ridateci la piazza”

I cittadini che si riconoscono nel Comitato NoPUP Indignati tornano a chiedere alle istituzioni locali di restituire l'area occupata dal cantiere. E per il 10 maggio si torna in piazza, con una nuova assemblea pubblica

E’ passato un anno dall’ultima assemblea pubblica convocata dal Comitato NoPUP Indignati. All’epoca i cittadini chiedevano l’espunzione del progetto e l’eliminazione del cantiere, già fortemente degradato. E praticamente tutti i rappresentati istituzionali intervenuti, avevano dichiarato il loro sostanziale accordo.

LA VICENDA - A distanza di un anno Roberta Rovelli, portavoce del Comitato, è tornata a convocare un’assemblea cittadina.  Rispetto all’ultimo incontro  a Largo Da Vinci, una novità c'è stata. “Grazie alla strenua opposizione dei cittadini, organizzati nel Comitato NOPUP INDIGNATI,  il parcheggio di Viale Leonardo Da Vinci non verrà realizzato - ricorda Rovelli -  Il costruttore, il Consorzio ASCOGEN, ha rinunciato oltre cinque mesi fa, alla realizzazione del parcheggio, chiedendo una nuova ricollocazione. L’Amministrazione di Roma Capitale sta procedendo alla revoca della concessione e unitamente al Municipio VIII stanno verificando la fattibilità di una nuova aerea da destinare a parcheggio”.

DEGRADO E INSICUREZZA - Niente parcheggio a Largo Da Vinci dunque. Ma le transenne rimangono. Ragione per cui la vittoria dei cittadini, appare ancora mutilata.  “Chiediamo che il cantiere sia smantellato al più presto  - incalza quindi Rovelli - e che sia ripristinata la viabilità. Da cinque anni i residenti sono ostaggi di un cantiere recintato, ridotto a una discarica a cielo aperto. Quest’area incontrollata è oramai diventata zona di spaccio e d’incontri illegali che mettono a rischio quotidianamente i bambini della scuola adiacente” denuncia la portavoce del Comitato.

LE PIANTE E L'ASSEMBLEA - I problemi legati alla presenza del cantiere, non mancano. "I due filari di olmi presenti sul viale in questi anni, non sono mai stati potati dal costruttore - ricorda Roberta Rovelli - mettendo a rischio la sicurezza di chi ci transita. Inoltre gli alberi all’interno del recinto giacciono in condizioni pessime, mentre le  piantumazioni che hanno sostituito le vecchie robinie, sono per la metà morte e divelte e con una garanzia ormai scaduta. Siamo stanchi di subire questa situazione, pertanto – conclude la portavoce del Comitato - invitiamo tutti i cittadini a partecipare all’assemblea pubblica che terremo sabato 10 maggio alle ore 15 in Largo Leonardo Da vinci, per chiedere all’Amministrazione di Roma Capitale e al Municipio VIII che intervengano con urgenza per restituire l’area ai cittadini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento