GarbatellaToday

Liceo Peano: “Il Municipio si comporti come per il Socrate”

Il M5S del Municipio, con un'interrogazione all'assessore Angelucci, è tornato sulla prolungata chiusura del liceo del Tintoretto di cui si chiedono aggiornamenti continui "come avvenuto per il Socrate"

Il Liceo Peano non ha ancora riaperto i battenti. E la preoccupazione di studenti e genitori, è ora stata fatta propria anche dall’opposizione municipale che a firma del Movimento Cinque Stelle, ha presentato un’interrogazione al Municipio VIII.  L'obiettivo, è sembrato quello di ottenere qualche  informazione in più di quante, sinora, sono trapelate soltanto attraverso gli articoli dei giornali locali.

FONDI PER LA SICUREZZA - Una delle richieste fatte all'Assessore alla scuola Paola Angelucci, è stata quella di sapere se il Liceo Peano “sia stato o meno tra le scuole che hanno beneficiato del progetto #scuolesicure”. In altre parole si è chiesto se anche per il Liceo sono stati utilizzati “dei soldi messi a  disposizione dal Fondo Sviluppo e Coesione, con la delibera Cipe del 30 giugno 2014, per interventi  di messa in sicurezza degli edifici scolastici. Se così non fosse – leggiamo nell’interrogazione - vorremmo sapere i motivi per cui questo Liceo non ne abbia usufruito”.

LE INFORMAZIONI CIRCOLATE - C’è poi un altro aspetto su cui si sono concentrati i Cinque Stelle. Fermo restando che la gestione delle scuole superiori non rientra nelle competenze del Municipio, i Pentastellati hanno ravvisato  un diverso volume d’informazioni fatte circolare dall'ente di prossimità  lo scorso anno, nel caso del Liceo Socrate della Garbatella, rispetto a quanto si sia fatto per la scuola del Tintoretto.  A fronte di questo approccio asimmetrico, il gruppo municipale ha chiesto all’Assessore competente “un tempestivo aggiornamento riguardo le Istituzioni che sono state coinvolte nella risoluzione di questo problema e la tempistica prevista per la riapertura della scuola. Proprio come accaduto – conclude l’interrogazione - nel caso del  Liceo Socrate”.

LA SICUREZZA NEGLI ASILI - Per restare nello specifico delle competenze municipali, va infine segnalata un'altra iniziativa messa in cantiere dai Consiglieri Vivarelli e Cafarotti (M5S). Prendendo spunto dall'incidente accorso nella scuola di  Roma 70, dove si ipotizza che un bimbo si sia punto con una siringa, i Pentastellati hanno presentato una proposta di risoluzione. Nel documento, che sarà prossimamente calendarizzato in aula,  Vivarelli e Cafarotti hanno chiesto di valutare la possibilità di realizzare delle staccionate, in grado di creare dei corridoi di sicurezza. Serviranno a delimitare i giardini degli asili che sorgono a ridosso delle strade e dei parchi pubblici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento