GarbatellaToday

Montagnola abbraccia De Carolis. A novembre sfida in Germania contro Zeuge

Il campione del mondo dei pesi supermedi WBA ha incontrato i residenti nella sala consiliare del Municipio VIII. A novembre tornerà in Germania, per difendere ancora una volta il titolo iridato con un pugile tedesco

Karlsruhe, Offenburg, Berlino. Ed ora Posdam. La prossima sfida per la corona dei pesi supermedi sarà ancora una volta in Germania. Giovanni De Carolis, il 5 novembre dovrà tornare in terra teutonica. Come negli ultimi tre incontri disputati. Ad attenderlo sul ring  tornerà Tyron Zeuge, l’astro nascente della boxe tedesca, con cui il pugile romano lo scorso luglio ha già combattuto, ottenendo un verdetto di parità.

L'INCONTRO IN MUNICIPIO - Intanto, in preparazione della nuova trasferta mondiale, De Carolis ha fatto il pieno di affetto. Come annunciato già da alcuni mesi, la nuova maggioranza in Municipio VIII ha deciso di tributargli un’intera mattinata. “E’ stato un incontro emozionante che ha coinvolto il pubblico presente nella Sala Piacentina Lo Mastro del nostro Municipio, grazie alla semplicità e alla determinazione del nostro campione e alle parole dei due allenatori che hanno esaltato le doti umane e sportive di Giovanni” ha commentato a margine dell'appuntamento il Presidente Paolo Pace.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA RAMPA DI LANCIO - “Siamo orgogliosi che il titolo dei pesi WBA sia rimasto nel quartiere Montagnola e mi associo a Giovanni nel ringraziare la palestra Team Boxe Roma XI che da anni svolge un ruolo sociale imprescindibile nel recupero e indirizzo di ragazzi difficili del territorio e li trasforma in campioni. Giovanni – ha poi ricordato il Minisindaco – sogna di poter disputare a Roma una finale mondiale e ci sollecita come Istituzione a perseguire atti concreti per dare respiro e visibilità allo sport popolare. Sono necessari finanziamenti per allestire anche a Roma match importanti a livello internazionale – sottolinea Pacea – ma è nostra intenzione dare il supporto necessario per creare una sinergia tra mondo delle associazioni e Istituzioni che possano portare la grande boxe a Roma”. Un traguardo ambizioso.  In linea con le aspettative di un pugile che, in questo momento, nel panorama pugilistico italiano, ha un valore immenso. Anzi, mondiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 30 luglio

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Coronavirus, a Roma città 25 nuovi positivi al Covid19: 34 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento