GarbatellaToday

Grotta Perfetta: sull’utilizzo del Casale chiesto un percorso partecipato

L'Assegnazione del Casale di via Grotta Perfetta 610 è scaduta da un mese. "Basta gestioni clientelari" scrivono alcuni cittadini, questa mattina in presidio davanti alla struttura

Decine di residenti insieme all’Associazione Nessun Dorma, hanno organizzato un sit-in per chiedere un diverso utilizzo del Casale di Roma 70. La cui assegnazione è scaduta e per il quale l’Assessorato Capitolino alla Scuola ha chiesto la restituzione dei locali alla comunità giovanile che ancora oggi, senza più autorizzazioni, li sta utilizzando.

LA VICENDA - "Questa mattina ci siamo riuniti in presidio davanti il Casale di Via di Grotta Perfetta 610 per chiedere alle Istituzioni un segno di discontinuità rispetto al passato e la restituzione di questo bene comune al quartiere – leggiamo in una nota inoltrataci dai cittadini presenti - La destinazione originaria del Casale di Roma 70 era infatti quella di ospitare le attività ricreative e culturali delle associazioni del territorio. La precedente Giunta comunale ha invece assegnato l'immobile all'Agenzia Capitolina per le Tossicodipendenze che, a sua volta, ha affidato la sua gestione alle associazioni Asi Ciao, legata al centro destra capitolino, e Acli Romane, il cui ex presidente De Palo era anche Assessore alle Politiche Sociali di Alemanno “.

L'INERZIA ISTITUZIONALE - L’accusa che l’Associazione Nessun Dorma ed alcune decine di cittadini oggi presenti al presidio hanno avanzato, è piuttosto netta. “ Questa gestione clientelare e privatistica di un bene pubblico sta provocando, purtroppo, ancora danni. Il periodo di assegnazione del Casale è terminato da oltre un mese  - leggiamo ancora nella nota - ma le associazioni affidatarie non hanno alcuna intenzione di riconsegnare le chiavi dell'immobile al Comune. Al di là dei proclami, infatti, Asi Ciao e Acli Romane continuano ad utilizzare gli spazi del Casale e le amministrazioni locali non hanno ancora fatto nulla per restituire lo stabile ai cittadini”.

IL PERCORSO PARTECIPATO - La nota firmata da “i cittadini e le cittadine di Roma 70 che hanno animato la campagna #ilcasalechevogliamo” si conclude con una richiesta esplicita. “Chiediamo alle Istituzioni competenti di dare un segnale concreto alla comunità di quartiere e riprendere immediatamente la disponibilità del Casale. Chiediamo inoltre che si apra al più presto un percorso partecipato con le realtà e le associazioni di Roma 70 al fine di rispettare l'originaria destinazione d'uso dell'immobile.Convochiamo infine un'assemblea pubblica alle ore 12 davanti il Casale di via di Grotta Perfetta n. 610”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento