GarbatellaToday

Garbatella: dalla Giunta il via libera per intitolare una strada a Stefano Cucchi

Il presidente municipale lo aveva annunciato. Ora la Giunta ha firmato la delibera per dedicare alla memoria di Cucchi una strada o una piazza

Intitolare un luogo alla memoria di Stefano Cucchi. Nel Municipio VIII l'idea piace, a prescindere dagli schieramenti politici. Per una volta infatti, sembrano trovarsi d'accordo sia i grillini seduti all'opposizione che la maggioranza di centrosinistra. Ad accelerare l'iter amministrativo ha però provveduto la Giunta, firmando un apposito atto che dovrà essere sottoposto al vaglio del Consiglio municipaòe.

La Giunta conferma le intenzioni

Il primo annuncio era stato fatto a ridosso della proiezione, avvenuta nel centro sociale La Strada, del documentario "Sulla mia pelle", dedicato agli ultimi giorni di vita del geometra romano. "Dando seguito a quanto annunciato nei giorni scorsi –  ha fatto sapere il minisindaco Amedeo Ciaccheri – il Municipio Roma VIII ha approvato un atto di Giunta con cui si avvia la attività propedeutica all’intitolazione di un luogo alla memoria di Stefano Cucchi come previsto inoltre dalla  mozione approvata in Assemblea Capitolina il 30/10/2014".

La svolta: il Carabiniere rivela il pestaggio

L'ampia convergenza: dal M5s al centrosinistra

Nella giornata di mercoledì 17 ottobre il Movimento Cinque Stelle municipale aveva fatto sapere di aver presentato in Consiglio un documento. Anche dal fronte pentastellato si era dunque avviato il processo per intitolare una strada o una piazza a Stefano Cucchi. Ottenere il via libera del parlamentino municipale quindi, al netto di quest'ampia convergenza, non dovrebbe rappresentare un problema.

La speranza: non dimenticare quanto accaduto

“Il nostro Municipio è legato alla Memoria, a quella storica e a quella recente, per non dimenticare mai gli accaduti che hanno lasciato un segno, uno squarcio nel pensiero collettivo. In questo modo, oltre a esprimere tutta la vicinanza nostra e del territorio alla famiglia di Stefano – ha concluso Ciaccheri –  vogliamo far in modo che quanto accaduto non venga mai e poi mai dimenticato”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Premetto che sono e sarò sempre dalla parte delle forze dell'ordine. Se ci sono delle mele marce vanno sbattute fuori quando sbagliano e devono pagare il doppio rispetto a un delinquente "comune". Cucchi ha pagato un prezzo troppo alto, d'accordo, ma intitolare una via o una piazza ad uno spacciatore di droga mi sembra un delirio. Ci sono carabinieri e poliziotti morti in servizio di cui si è parlato la centesima parte di quanto di è detto di cucchi e il loro ricordo vive solo in chi li ha conosciuti e amati, non certo su una targa al centri di una piazza. La sorella mi fa solo pena. Non certo per aver cercato, giustamente la verità è la giustizia, ma per tutto il teatrino che ci sta ricamando attorno. Dov'erano lei e la famiglia quando sto ragazzo si faceva e spacciava? Si darà ora alla politica? Spero di no, altrimenti penserò che avrà sfruttato la morte del fratello. E i soldi presi come risarcimento li donasse a qualche comunità per il recupero dei tossicodipendenti. Signora Ilaria basta con le comparsate, basta cavalcare l'onda mediatica. Se vuole giustizia lo faccia nelle aule di tribunale non su Facebook o in televisione. Il dolore è una cosa privata non da esibire

  • facciamogli pure un monumento visto che ci siamo!!!!!!!!

  • solo la sinistra può far tutto ciò. a Roma abbiamo problemi più seri.

  • Tutto sommato era uno spacciatore..

  • ma siamo pazzi, dispiace per quello che è successo ma, dedicargli una via mi sembra un po' troppo. Possibile che in Italia non si riesca a ragionare con il cervello, tante brave persone che hanno portato onore al ns paese non hanno avuto alcun riconoscimento e gente del genere gli dedicano una via? Poveri noi, facciamo ridere i polli,

    • Se pensi che i comunisti al senato hanno intitolato un'aula a Carlo giuliani... Per fortuna poi ritirata. Siamo un paese di pagliacci del paradosso. Tanti poliziotti e carabinieri caduti in servizio hanno solo un trafiletto in quinta pagina e sicuramente nessuna via o piazza o aula a loro intitolata

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Casamonica, è l'ora delle ruspe (e della rabbia). Raggi: "Avanti per ridare il Quadraro ai cittadini"

  • Cronaca

    Spada e Casamonica: la testata di Ostia e l'aggressione al Roxy bar, prima gli arresti poi gli sgomberi

  • Politica

    Casamonica, guerra fredda tra Raggi e Salvini. E Renzi si complimenta con la sindaca

  • Politica

    Ecopass, l'assessora Meleo è a Tokyo: la delibera slitta ancora

I più letti della settimana

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Casamonica, blitz al Quadraro: 600 vigili per abbattere otto villette abusive

  • Blocco auto Roma: chi può circolare domenica 18 novembre

  • Maratona, manifestazioni e domenica ecologica: le strade chiuse ed i bus deviati

  • A terra e sanguinante in commissariato: il giallo di Massimiliano il "Brasiliano"

  • Incidente sulla Tuscolana: si aggrava il tragico bilancio, dopo Alessandro è morto anche l'amico Giordano

Torna su
RomaToday è in caricamento