GarbatellaToday

Ex Fiera di Roma, il Municipio approva la Variante urbanistica: arrivano altri palazzi

Votata la Variante urbanistica per la sistemazione dell'ex Fiera. La maggioranza pone 12 condizioni. M5S va all'attacco: "Il PD in campagna elettorale aveva detto che avrebbe rispettato il piano regolatore? Forse si riferivano ai primi 15 giorni"

Ci saranno 60mila metri quadri in più di superficie residenziale su viale Cristoforo Colombo. Il nuovo quartiere, prenderà il posto dell’ex Fiera di Roma. Anche il Municipio VIII ha dato il proprio assenso, nonostante una serie di condizioni, dodici per l’esattezza. La variante chiesta dalla Giunta Capitolina passa.

MOTIVI DI SODDISFAZIONE - C’è che si ritiene soddisfatto per l’operazione. Il Presidente Catarci e l’Assessore all'Urbanistica  Miglio sottolineano la presa in consegna di una serie di indicazioni che erano, nel tempo, state prodotte dall'Ente di prossimità. Si parla di “incremento delle superfici destinate a servizi pubblici; aumento del verde con la realizzazione di un parco pubblico nella fascia parallela a Viale Colombo; aumento delle superfici a parcheggi; partecipazione del Municipio e degli attori territoriali alla definizione del progetto di riqualificazione”.

IL NUOVO QUARTIERE - Sul piano trasportistico, fanno notare Catarci e Miglio “si vincola il parere positivo alla realizzazione, preventiva, della linea tramviaria cosiddetta ‘ex Fiera’, annunciata dalla Giunta capitolina e richiesta dal Municipio fin dal 2006”. Da un punto di vista di pesi urbanistici invece, la soddisfazione deriva per la “riduzione delle superfici edificabili” che comunque “non superano quelle attualmente esistenti, ampliando la disponibilità già espressa con la riduzione a 75.000 metri quadri, rispetto ai 93.000 del progetto precedente”. Di quei 75mila mq, l’80 % sarà destinato ad edilizia, presumibilmente di pregio, data l’ubicazione a due passi dal centro. Una quota non inferiore al 20% sarà invece destinata ad Edilizia Residenziale Sociale.

NO AL CEMENTO - Il parere favorevole alla Variante urbanistica, non ha incontrato l’assenso del Movimento 5 Stelle, fortemente critico verso la scelta. “Quando il PD in campagna elettorale raccontava che avrebbe rispettato il Piano Regolatore – ha commentato il Capogruppo Cafarotti  -  forse si riferiva ai primi 15 giorni. Oggi questa è una imponente variante al Piano Regolatore. In più li abbiamo sentiti raccontare ancora questa balla spaziale, durante alcuni incontro con i cittadini”. Il Portavoce del gruppo consiliare pentastellato, non ha fatto sconti neppure alla sinistra di governo “E’ stata  surreale la dichiarazione del capogruppo SEL, che ha detto ‘da oggi inizia per loro la battagli’. Sia chiaro – ha concluso Cafarotti –  lo ha detto da posizione ricurva, mentre con la mano destra votava SI alla Proposta di Delibera”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Tragedia sfiorata sul raccordo: ubriaco contromano provoca incidente, 5 feriti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento