GarbatellaToday

San Paolo, il taglio di tutte le robinie non era necessario: ecco la relazione tecnica

La scoperta dopo l'accesso agli atti

Non contribuisce a fare la luce sperata. La relazione tecnica che il Dipartimento Ambiente ha rilasciato sugli alberi tagliati in via della Villa di Lucina è deludente. Alcune domande restano sul piatto. E su diverse questioni, le informazioni rilasciate appaiono lacunose.

La proposta: perizie online

"La questione fondamentale – osserva Guglielmo Calcerano, il portavoce dei Verdi che ha effettuato la richiesta di accesso agli atti – è che questi dati andrebbero resi pubblici almeno 30 o 60 giorni prima degli abbattimenti, così i cittadini possono controllare e magari intervenire. Altrimenti faremo sempre e soltanto accessi ad memoriam". Motivo per cui, "abbiamo proposto di pubblicare online le perizie ed i siti dove si intende fare la manutenzione degli alberi".

Fiducia e trasparenza

Al di là della considerazione generale, ci sono delle questioni che, la risposta del Dipartimento Ambiente, non consente di dipanare. Ad esempio, "nelle schede tecniche non compaiono mai le foto: prendiamo tutto buono sulla fiducia?". Inoltre nella relazione tecnica cui sono allegate le perizie "mancano data e protocollo". Potrebbe essere una semplice dimenticanza nella trasmissione degli atti, " ma senza questi dati, come facciamo a sapere quando è stato redatto il documento?" obietta Calcerano. Motivo in più per pubblicare sul sito del Comune le perizie tecniche anche perchè,  fiducia e trasparenza, non sono due concetti necessariamente assimilabili. La prima è spesso basata sulle relazioni interpersonali, la seconda su dati oggettivi. 

Tagli indiscriminati

"Dalle micro-perizie – fa notare Calcerano – emerge che almeno tre alberi non avevano problemi specifici: sono stati abbattuti perché si trovavano nel posto sbagliato al momento sbagliato". Dunque non tutti gli abbattimenti erano realmente necessari. E questo avvalora la sensazione di quei cittadini che, osservando i resti delle robinie, avevano segnalato delle differenze sostanziali nelle ceppaie.

Il bisogno di trasparenza

Intanto, nella vicina Garbatella, alcuni alberi sono stati marchiati. Si tratta di platani e tigli. I primi si trovano in via Giovannipoli, i secondo in via di Commodilla. "Ci chiediamo perchè siano stati verniciati con differenti colori. Rosso per i platani e arancio per i tigli. Cosa significa? – si chiede Luca Sparatore del Comitato parco di Giovannipoli –  noi siamo preoccupati e nessuno ci risponde". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Il problema del taglio degli alberi...è solo un problema dell'incapacità dei 5S...è tutto quello che gira intorno questo schifo di amministrazione il vero pericolo!!!

  • Non sapete a che attaccavve!!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Morto all'Umberto I, la famiglia di Giuseppe chiede giustizia: "Cosa è successo in quelle 5 ore di buio?"

  • Politica

    Roma Tpl, è ufficiale: contratto prorogato fino al 1 gennaio 2020

  • Marconi

    Ponte Marconi, l'estate è alle porte ma della spiaggia sul Tevere non c'è traccia

  • Ostia

    Ostia: ecco l'università del mare, presentato il programma dei corsi

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia a Roma 2018: strade chiuse e 34 linee bus deviate. Tutte le informazioni

  • Incidente via di Boccea: si scontrano taxi e scooter, morto un 43enne

  • Ecco il bus 718: dal 28 maggio la nuova linea da Portuense a Ostiense

  • Pecore tosaerba, il progetto è realtà: ecco i 20 parchi dove sarà utilizzato l'ecopascolo per lo sfalcio

  • Trascina una donna nell'androne di un palazzo e prova a violentarla

  • Trovato morto Pietro Aloise: l'uomo era scomparso da 4 giorni a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento