GarbatellaToday

San Paolo, potature in piena estate e il Municipio VIII ammette: "Problemi in cabina di regia"

Alberi potati fuori stagione riaccendono a San Paolo i peggiori incubi. Centorrino (PD): "Dopo le dimissioni di Montanari, è diventato difficile programmare gli interventi"

Pioppi potati in maniera drastica. A fine giugno. E ramaglie accatastate sul marciapiede. L'intervento di manutenzione riservato a due alberi di via Alessandro Severo, ha risvegliato i peggiori incubi a San Paolo. 

I traumi del passato

Due anni fa, durante la gestione commissariale della Sindaca, il quartiere è stato protagonista d' interventi radicali. A farne le spese, in quel caso, furono tutte le robinie presenti in via della Villa di Lucina. Ma anche una ventina di grossi pioppi neri che impreziosivano i marciapiedi di viale Giustiniano Imperatore. Oggi, al loro posto, rimangono le immancabili ceppaie. Non ne è stata rimossa nessuna. E spesso sono tristemente contornate da transenne, pollai e piante infestanti.

La valutazione 

Sempre in viale Giustiniano Imperatore sono stati visti in azione, nella mattinata di venerdì 28 giugno, gli operai del Servizio Giardini. Stavano potando le chiome d'uno dei pini dissemininati lungo lo square centrale. “I pini, come i pioppi, andrebbero toccati il meno possibile – valuta Fausto Gargaglia storico attivista dei Verdi e delegato municipale all'Ambiente – le chiome dei pini formano una chioma quasi impenetrabile, compatta, tale da resistere anche alle peggiori folate di vento. Potandoli, contrariamente a quanto si crede, li si indebolisce”. 

Potature e capitozzature

Se l'intervento sui pini potrebbe essere giustificato da ragioni di sicurezza, anche per la presenza dei parcheggi sottostanti, rimane difficile comprendere il drastico taglio dei rami a cui sono andati incontro i  pioppi di via Alessando Severo. “Purtroppo si capitozzano alberi sani a cui, probabilmente, sarebbe bastato effettuare delle semplici potature di contenimento” valuta Gargaglia.

La spiegazione del Municipio

“Nei giorni scorsi ci sono state delle raffiche di vento che hanno causato lo sradicamento di un intero albero in via Pincherle e la rottura di rami in via Lilio, via Torricola, sulla Colombo ed anche su via Ardeatina – racconta Michele Centorrino, l'assessore all'Ambiente del Municipio VIII – detto questo, finché c'era l'Assessora Montanari, noi riuscivamo a mettere in campo una cabina di regia, con cui programmare gli interventi”.

Una cabina di regia da ripristinare

Dallo scorso febbraio Montanari ha rassegnato le dimissioni, come del resto è stato fatto anche da Rosalba Matassa,  Direttore del Dipartimento Ambiente da cui dipende il Servizio Giardini. “Quella figura è stata recentemente sostituita dal generale Monti. Però adesso abbiamo un altro problema: per capire cos'è accaduto in via Severo, fino a ieri avrei chiamato il Responsabile del Servizio Giardini. Seguiva i municipi VII e VIII ma da ieri è stato sospeso dall'incarico”. Quindi per l'ente di prossimità resta complicato supervisionare gli interventi sul proprio patrimonio arboreo. Un problema di governance e di trasparenza di cui pagano le conseguenze soprattutto gli alberi. Potati fuori stagione per segnalazioni effettuate chissà quando. "Gli auspicati intereventi sul verde verticale, vanno fatti nei periodi giusti" sottolinea l'assessore centorrino. Bisogna ripristinare la cabina di regia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento