GarbatellaToday

San Paolo, arrivano potature e diserbi: viale Giustiniano Imperatore cambia pelle

Marciapiedi ripuliti, alberi potati e caditoie disostruite. Volontari del carcere di Rebibbia , operatori Ama e del Servizio Giardini,impegnati in una vasta azione di riqualificazione nelle strada di San Paolo

Le potature all'angolo tra largo da Vinci e viale Giustinano Imperatore

Tombini e caditoie disostruite, alberi potati, diserbo e spazzamento dei marciapiedi, rifacimento della segnaletica stradale. Decine di operatori sono stati impiegati, mercoledì 29 maggio, per la riqualificazione di viale Giustiniano Imperatore.

Gli interventi a San Paolo

La strada, una direttrice che idealmente collega la stazione metropolitana di San Paolo con la Cristoforo Colombo, si rifà il look. Lungo i suoi ampi marciapiedi è stata rimossa la ricca vegetazione che, con l'arrivo della primavera, aveva prosperato. In alcuni punti il cosiddetto "dinamismo vegetale", tipo di questa stagione, aveva portato le infestanti a sfiorare il metro di altezza. Soprattutto a ridosso delle tazze alberate e delle ceppaie, la crescita di erbacce era apparsa fuori controllo. Il posto degli imponenti pioppi, tagliati a decine durante il commissariamento sindacale del Municipio VIII,  era stato impropriamente preso da erbacce che ora, soprattutto i volontari del carcere di Rebibbia, hanno rimosso.

I privati al lavoro sui marciapiedi

Il problema delle caditoie

Intensa è stata anche l'attività anche su tombini e caditoie. Una buona notizia per i residenti visto che la strada, quando le pioggie si intensificano, viene regolarmente sommersa d'acqua. Si tratta di un problema diffuso lungo tutto l'asse viario che non risparmia neppure le strade che lo attraversano come via Tito e viale Leonardo da Vinci. Nel corso degli anni i cittadini hanno frequentemente segnalato i disagi connessi alla cattiva manutenzione del sistema fognario.

"Benvengano tutte le iniziative per la cura del territorio e per il reinserimento dei detenuti con lavori di pubblica utilità. Abbiamo anche dato supporto all'operazione mettendo, a disposizione canal jet per svuotare le caditoie, visto che c'era questa iniziativa frutto dell'accordo tra Roma Capitale ed il Dipartimento di Amministrazione Giudiziaria" fa sapere l'assessore municipale all'ambiente Michele Centorrino.

Lo scetticismo del Municipio VIII

Gli interventi messi in campo, per quanto utili in termini di sicurezza e decoro, non sono però immuni da considerazione critiche. "Devo ammettere che resta un forte scetticismo sulla proporzione costi benefici di quest'operazione che vede interessati operatori e mezzi Ama, sottratti quindi alle attività di routine. Ma anche - fa notare Centorrino - il personale ed i mezzi del Servizio Giardini che dovrebbero operare sulle emergenze pregresse, non risolte da mesi nonostante le nostre reiterate segnalazioni". Per ora San Paolo ringrazia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Cassia, auto contro un pilone: due morti

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Incidente a Colli Albani, autocarro investe e uccide 42enne in via Menghini

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Incidente a Colli Albani: investita mentre attraversava sulle strisce, così è morta Alessia

  • Incidente sulla Cassia, Roma nord piange Alessandro e Marco

Torna su
RomaToday è in caricamento