GarbatellaToday

Pup Da Vinci: al via il progetto di riqualificazione dell'ex parcheggio

Previste nuove aree pedonali, stalli di sosta, una zona verde, una pista ciclabile, l’ampliamento dei marciapiedi e nuova segnaletica

È partito il piano di riqualificazione dell’ex parcheggio di viale Leonardo da Vinci, come annunciato all'inizio dello scorso febbraio. Sono previste nuove aree pedonali, stalli di sosta, una zona verde, una pista ciclabile, l’ampliamento dei marciapiedi e nuova segnaletica orizzontale, nel tratto che va da via Giovannipoli a Largo Leonardo da Vinci. Si tratta dell’ultimo atto di una vicenda che parte dal 2004 e che ripercorreremo brevemente.

Soddisfatta la sindaca

Per la sindaca di Roma Virginia Raggi la riorganizzazione degli spazi garantirà ai cittadini livelli più alti di fruibilità, vivibilità e sicurezza. Al centro del progetto, si legge in una nota del Campidoglio, c’è il confronto con il territorio e i comitati di quartiere, a cui verrà sottoposto il programma di riqualificazione dell’area, attraverso un percorso partecipato del Municipio, dove i cittadini saranno al centro del progetto.

La pista ciclabile si congiungerà con quella di via Giustiniano Imperatore

L’assessora alla Città in Movimento Linda Meleo ricorda che per anni, in presenza del cantiere, la carreggiata in direzione largo Leonardo Da Vinci è rimasta chiusa. Con questo intervento sarà restituita l’area ai cittadini. Il progetto proposto da Roma Servizi per la Mobilità e dal dipartimento Mobilità e trasporti prevede anche la suddetta pista ciclabile, che si potrà riconnettere con l’itinerario in progettazione lungo via Giustiniano Imperatore.

Tutta la vicenda in poche righe

La storia del parcheggio interrato di viale Leonardo Da Vinci risale al 2004. Il cantiere aprì qualche anno più tardi, ma i lavori non iniziarono mai lasciando l’area ostaggio del degrado. Nel corso degli anni i cittadini e i comitati di quartiere hanno più volte chiesto di intervenire. A settembre scorso il Dipartimento Mobilità, con una determina dirigenziale, ha revocato la convenzione tra Roma Capitale e il consorzio Ascogen, a cui furono dati trenta giorni per ripristinare l’area e ripulirla. Il consorzio ha impugnato l’atto chiedendone la sospensione, ma il Tar ha rigettato la sospensiva. Il Dipartimento ha firmato un provvedimento chiedendo l’intervento della Polizia Locale di Roma Capitale per liberare l’area.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

Torna su
RomaToday è in caricamento