GarbatellaToday

Addio ai pioppi: nel silenzio del Campidoglio San Paolo dice addio a decine di alberi

Viale Giustiniano Imperatore cambia volto

Addio ai pioppi. In viale Giustiniano Imperatore sono quasi una ventina gli alberi di alto fusto che sono stati abbattuti. Sono invece soltanto quattro o cinque quelli che, finora, hanno beneficiato di una potatura. I lavori, annunciati unicamente da un laconico divieto di sosta alle auto, sono oggetto di continue contestazioni.

I ceppi rimasti

"Sono diciassette i pioppi che sono stati abbattuti in questi giorni – segnala un cittadino – a questi ne vanno aggiunti i cinque o sei che sono stati potati anni fa e mai sostituiti". C'è dell'altro. Una differenza che, ad occhio nudo, è stata recepita con gli altri alberi recentemente tagliati a San Paolo. "I ceppi rimasti in via della villa di Lucina erano in buona parte segnati da un foro centrale. La qual cosa fa ritenere che si trattasse di robinie malate – osserva il cittadino – Ma i ceppi rimasti su viale Giustiniano Imperatore non presentano alcun tipo di cavità".

Per anni nessuna potatura

C'è chi però, a fronte dei tanti abbattimenti, ostenta una certa serenità. "La decisione di tagliare quegli alberi è stata presa da tecnici, ovvero dagli agronomi del Servizio giardini – osserva Stefania Ercolani, presidente del Comitato di Quartiere Insieme per San Paolo – Che interesse avrebbero ad abbattere quegli alberi? Tra l'altro costa più abbatterli che potarli – valuta la cittadina – Erano molti anni che non si procedeva alla manutenzione di quegli alberi che, inevitabilmente, sono soggetti ad un ciclo di vita. E quelli avranno almeno settant'anni. Come Comitato siamo comunque in contatto con l'amministrazione  comunale e ci fidiamo del loro operato". Manca però una spiegazione formale sulle ragioni che stanno spingendo ad abbattere tutti quegli alberi di viale Giustiniano Imperatore.

L'assenza di comunicazione

L'unica informazione di cui i cittadini hanno beneficiato è quella contenuta in un avviso. Lo si trova sui nastri che delimitano gli alberi interessati dai futuri interventi e riporta soltanto un divieto di sosta, a partire dalla data in cui è previsto l'avvio dei lavori. Niente di più."Nella fretta di abbattere più alberi possibile per non dover dare spiegazioni alla cittadinanza, come fatto a Via di Villa di Lucina – ha osservato l'ex presidente municipale Andrea Catarci –  il M5s capitolino non si ferma davanti a nulla: a Viale Giustiniano Imperatore si continua a fare strage di tronchi, compresi alcuni apparentemente) in buona salute, senza esitare a buttare i grandi rami dentro il campo per baseball e softball, danneggiando sia la rete vicina al viale che quella più interna che delimita la struttura sportiva. Alla faccia di rispetto, competenza e trasparenza".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Incidente su via di Castel Fusano: scontro auto moto, morto un 40enne

Torna su
RomaToday è in caricamento