GarbatellaToday

Emergenza rifiuti, Municipio protesta davanti Ama. Montanari minaccia denuncia per procurato allarme

Dopo due diffide la Giunta Ciaccheri si è presentata con i rifiuti davanti la sede di Ama. Nel frattempo la municipalizzata ha iniziato a pulire le strade. Montanari non è però convinta e minaccia il Municipio VIII

Alle ore 12, davanti la sede centrale di Ama, in via Calderon della Barca, si sono presentati decine di cittadini. Sono arrivati da Garbatella, San Paolo, Ostiense, Tor Marancia e da tutti quei quartieri che, nel corso dell'ultimo mese, hanno dovuto fronteggiare l'emergenza rifiuti. Hanno aderito all'appello lanciato dal presidente Ciaccheri che, dopo due diffide, aveva annunciato l'intenzione di denunciare Ama alla Procura della Repubblica

Montanari minaccia azioni legali

La denuncia però, ora rischia di prenderla proprio Ciaccheri. L'assessora all'ambiente Montanari, nella mattinata del 2 agosto, ha inoltratro una lettera al Municipio Roma VIII. Montanari nel recepire la richiesta di effetture controlli sulla raccolta dei rifiuti nel territorio, ha però fatto una precisazione.  "Qualora non dovessero essere ravvista le criticità paventate dal Municipio VIII in merito ai rischi per la salute e la sicurezza pubblica" in ragione dei quali l'ente di prossimità ha già diffidato Ama due volte,  l'assessora ha dichiarato che "si valuta l'opportunità di adottare le iniziative necessarie"nei confronti del Municipio. Azioni che, ha precisato l'Assessora Montanari, potranno essere anche di natura legale. 

Il procurato allarme

Sembra un paradosso, ma secondo la titolare della delega ai rifiuti ed all'ambiente di Roma Capitale, il Municipio potrebbe aver diffuso" informazioni che hanno ingenerato infondatamente allarme tra i cittadini". Qualora questo "dubbio" fosse accertato, partirebbe una causa per procurato allarme. In sostanza c'è la possibilità, per l'assessora Montanari, che l'emergenza rifiuti vissuta dal Municipio VIII nel corso dell'ultimo mese, sia stata in qualche modo costruita mediaticamente. Con buona pace delle diffide già ricevute da Ama, della conferenza stampa svoltasi il 12 luglio e delle nuove foto mostrate dall'assessore municipale Centorrino ai residenti. Risalgono al 30 luglio e mostrano i cassonetti invasi di rifiuti a Circonvallazione Ostiense, via Alessandro Severo, Via Berto, viale Giustiniano Imperatore.

Ama torna in azione

Nel frattempo, nel territorio, si sono visti numerosi mezzi e uomini dell'Ama. In azione con squaletti, furgoni cassonati dotati  di "ragno" meccanico, gli operatori della municipalizzata si sono dati da fare per rimuovere tonnellate di rifiuti lasciati per strada. "E' chiaro che solo tramite la minaccia, in cui mettiamo l'azienda sotto la lente d'ingrandimento dell'opininone pubblica e sotto la minaccia di un intervento su scala penale, ci sia un inizio di risoluzione dei problemi" ha rilevato il presidente Ciaccheri, davanti le decine di cittadini che simbolicamente hanno lasciato i sacchetti di rifiuti davanti la sede di Ama. 

Il mondo dei sogni e la triste realtà

"Abbiamo lavorato tentando di collaborare con Ama perchè si intervenisse in una situaizone arrivata ben oltre l'emergenza – ha sottolineato il vicepresidente  Leslie Capone – per questo abbiamo lasciato i sacchi dell'immonidizia, così se qualcuno ancora non si fosse reso conto della situazione che vive il Municipio, ora può farlo de visu. L'assessora Montanari – ha concluso il vicepresidente Capone – vive nel mondo dei sogni. La invitiamo a uscire dalla realtà virtuale per confrontarsi con la situazione reale del territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento