GarbatellaToday

Ostiense: il Ponte della Scienza potrebbe cambiare nome

Il Ponte che unisce la riva Marconi con quella Ostiense, per la proposta di un consigliere del Municipio XV, potrebbe essere intitolato alla Memoria delle Donne Vittime di Violenza

Da un ponte all’altro, da una scelta toponomastica, forte e condivisa, ad un’altra, altrettanto suggestiva e coraggiosa.

IL PONTE DELLA SCIENZA - In effetti, il Cavalcaferrovia, da oggi Ponte Settimia Spizzichino, non è l’unica infrastruttura realizzata nel Municipio XI, per favorire il collegamento viario. Tra la sponda Marconi e quella Ostiense, infatti, vi è un altro ponte ciclopedonale, che si avvia a compimento e per il quale, già lo scorso anno, si è assistito alla cerimonia di varo, ovvero al congiungimento delle due estremità.
Il ponte in questione è quello della Scienza. Realizzato a poche decine di metri di distanza da quello ferroviario, il Ponte della Scienza potrebbe cambiare il suo nome. Questa, almeno, è l’intenzione espressa da Marco Palma, consigliere Pdl del Municipio XV.

IL CANTIERE - "E' ormai da qualche anno che ci troviamo di fronte a rinvii a ripetizione: l'ultimo, relativo alle dichiarazioni di apertura firmate dall'Assessore all'urbanistica di Roma Capitale Marco Corsini, ne annunciavano l'apertura a maggio 2012 - denuncia il Presidente della Commissione Controllo e Garanzia del Municipio XV Marco Palma -  ad oggi c’è ancora una ditta che sta lavorando e che per consentire il deposito di materiale di cantiere non può consentire   l'apertura del doppio senso sul lungotevere Vittorio Gassman. Questa apertura,  osteggiata da qualche consigliere del Pd poco pratico della zona,  in passato ha realisticamente alleviato il traffico per il quartiere Marconi, per i residenti di via Enrico Fermi e per le aree abitative limitrofe". In effetti, il cantiere del Ponte della Scienza, ha causato alcune note difficoltà, come quella appena descritta, alla mobilità privata, ed anche a quella ciclistica, del quadrante.
 
IN MEMORIA DELLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA - "A seguito del sopralluogo effettuato dalla commissione controllo e garanzia  abbiamo verificato con i tecnici presenti che il ponte potrebbe aprire entro un paio di mesi – fa sapere Palma, che poi lancia la proposta- Sarebbe opportuno trasformare anche al toponomastica del ponte - conclude il Consigliere Pdl - da quello della Scienza alla Memoria delle Donne Vittime di Violenza. Presenterò un atto in consiglio municipale e mi auguro che anche la commissione delle elette possa finalmente dare una risposta territoriale e concreta al proprio ruolo istituzionale. Avvierò anche una raccolta firme presso la sede di Via Silvestro Gherardi 72 a Marconi". Adesso sarà interessante verificare se la proposta, lanciata dalla  sponda del Tevere  che cade nel Municipio XV, una volta depositata, incontrerà anche i favori della riva Ostiense e, dunque, se sarà fatta propria anche dal Municipio XI. In una giornata dedicata al ricordo di una donna, Settimia Spizzichino, che ha dedicato la propria esistenza alla testimonianza di una pagina buia della storia, ci è sembrato interessante riportare anche questa proposta.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Blocco traffico, a Roma diesel fino a Euro 6 vietati anche venerdì 17 gennaio

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Le mani della 'Ndrangheta su San Basilio: spaccio modello Scampia da 15.000 euro al giorno

Torna su
RomaToday è in caricamento