GarbatellaToday

Piazza dei Navigatori: non c’è traccia degli interventi richiesti

Dai sottopassi carrabili alla passerella comunale, passando per un asilo nido e la riqualificazione dell'are verde. Gli interventi previsti su Piazza dei Navigatori rimangono sulla carta

Alcuni giorni fa avevamo anticipato la notizia della prossima avventura della nuova sede di Confcommercio Roma, su Piazza dei Navigatori. L'informazione, desumibile anche soltanto leggendo il sito della confederazione, era stata lanciata anche dall’amministrazione municipale, che aveva evidenziato alcune perplessità in merito alla mancata realizzazione di una serie di opere a scomputo, necessarie per la riqualificazione di tutta l’area.

LE OPERE PREVISTE - Il Presidente del Municipio Roma XI, recentemente, è tornato ad affrontare l’argomento. “Da quanto appreso,  sembra che la Confcommercio abbia stipulato un regolare contratto di affitto per insediarsi su due piani del nuovo complesso realizzato nell' ambito del Piano di Riassetto di Piazza dei Navigatori – scrive Catarci -  Se così fosse, questa sarebbe la più squallida conclusione di una vicenda in cui l’interesse pubblico era stato già ampiamente sacrificato a quello privato. Dovevano vedere la luce due sottopassi  carrabili e una passerella pedonale su viale Cristoforo Colombo, un Asilo Nido, un Circolo bocciofilo, un’area verde ampliata e riqualificata, oltre 1.000 posti auto pubblici”.

VANIFICATA LA CONFERENZA DEI SERVIZI - Le opere richieste, nell’ambito del riassetto della piazza però, ad oggi, non vedono luce. Mentre l’edificio costruito, comincia ad essere utilizzato.  “La Giunta Alemanno ha tentato di azzerare il tutto – incalza Catarci, riferendosi alle opere menzionate - e di sostituirlo con banali modifiche di alcuni marciapiedi e di alcune temporizzazioni semaforiche. Il Municipio Roma XI, con associazioni e comitati, si è opposto ed ha ribadito la necessità delle opere pubbliche da eseguire, rinunciando alla passarella pedonale sulla Colombo. Quel che non è passato all’interno della Conferenza dei Servizi è stato fatto passare con l’inerzia, in quanto dal 2010 non si è più prodotto nulla, la proprietà si è rivolta al TAR per la mancata richiesta delle opere pubbliche da parte di Roma Capitale ed avendo avuto soddisfazione  - riconosce il Presidente del Municipio XI - ha potuto mettere in uso la struttura. Et Voilà, il regalo è fatto!” .

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Metro B, treni evacuati e passeggeri a piedi in galleria. Tratta bloccata per tre ore

Torna su
RomaToday è in caricamento