GarbatellaToday

Montagnola, la Notte Bianca del mercato rionale diventa virale: presto in altri quartieri

Il Municipio VIII studia il modo per rendere più accattivanti i mercati rionali. Il primo esperimento, a Montagnola, è stato un successo

Fuochi d'artificio, animatori per bambini, musica e banchi aperti fino alle 24. La Notte Bianca che sabato 13 ottobre si è svolta alla Montagnola è stata un successo. La formula pensata per rilanciare i mercati rionali del Municipio VIII potrebbe essere presto replicata in quartieri.

Valorizzare i mercati rionali

Si parte da un'esigenza: migliorare l'offerta dei mercati. "Ci sono già degli operatori consapevoli della necessità di trasformare la funzione di queste attività commerciali – spiega Leslie Capone, vicepresidente del Municipio VIII ed assessore alle Attività produttive – la nostra idea è quella di lavorare per valorizzare questi spazi. Cosa che si può fare aprendosi al territorio e, com'è avvenuto nel caso della Montagnola, organizzando degli eventi".

Migliorare la qualità della vita nei quartieri

Il confronto con gli operatori, che Capone ed il presidente Ciaccheri hanno avviato ad inizio mandato, ha portato il Municipio a promuovere la Notte Bianca del 13 ottobre. "Con queste azioni, vogliamo costruire occasioni per migliorare la qualità della vita nei nostri quartieri, offrendo più servizi alla cittadinanza e nuove opportunità di sviluppo per il piccolo commercio" ha commentato Amedeo Ciaccheri. L'iniziativa è andata anche al di là delle più rosee previsioni. "I banchi aperti fino a mezzanotte hanno attirato tantissimi cittadini ed hanno spinto anche gli altri esercizi commerciali della zona a posticipare l'orario di chiusura"  ha sottolineato Capone, particolarmente soddisfatto dell'esito dell'iniziativa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un servizio da ripensare

Ma alla base dell'intervento, c'è anche una necessità di ordine pratico."Io dico che i mercati vanno valorizzati, cercando anche di ragionare sul modo migliore di far incontrare la domanda con l'offerta. Sono molte le persone che staccano dal lavoro verso le 16 o le 17. I mercati in tal senso potrebbero ripensare alla loro funzione, al loro rapporto con il pubblico". In altre parole, potrebbero restare aperti con orari diversi da quelli tradizionali. Magari per organizzare eventi che non siano neppure troppo sporadici. "Stiamo pensando d'intervenire sul mercato Corinto di San Paolo – confessa l'assessore municipale – ma anche su quello di Roma 70. Come Municipio abbiamo sempre problemi legati al bilancio, tuttavia ci sono cose che si riescono a realizzare comunque ". Dopotutto la Notte Bianca della Montagnola lo ha appena dimostrato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus: a Roma 58 nuovi positivi, 2914 casi nel Lazio. Record di guariti nelle ultime 24 ore

  • Roma, dove ha colpito di più il Coronavirus? Ecco la mappa dei contagi nei municipi

  • Coronavirus: a Roma 54 nuovi positivi, si abbassa il trend dei contagi. Nel Lazio 3095 casi da inizio epidemia

Torna su
RomaToday è in caricamento