GarbatellaToday

San Paolo: la piscina comunale è a bando, ma la Lazio Nuoto resta fino al 2020

La piscina gestita per anni dalla SS Lazio Nuoto è a bando. L'amministrazione ha però deciso di prorogare il vecchio concessionario. Diario: "Sarà assegnata al termine della prossima stagione sportiva"

La gestione della piscina comunale di via della Villa di Lucina resta in mano alla SS Lazio Nuoto fino alla prossima estate. La notizia può rasserenare i tantissimi utenti, oltre un migliaio, che ogni anno frequentano la struttura ubicata tra San Paolo e Garbatella.

La novità

"A fine giugno abbiamo approvato una mozione – racconta il presidente della commissione Sport Angelo Diario – con l'obiettivo di garantire la prosecuzione dell'attività sportiva negli impianti che, avendo la concessione scaduta, sono stati messi a bando. Il primo a beneficiarne sarà quindi la piscina comunale della Garbatella". 

Il bando e la contestazione

La struttura, gestita dal 1984 dalla SS Lazio, aveva beneficiato anche di un altro primato. Era stata messa a bando un paio di mesi dopo la scadenza della vecchia concessione. Un record dal sapore della beffa. Anche perchè, venne ripetutamente spiegato, la piscina era stata messa a bando per prima perchè era stata ben gestita e quindi senza interventi manutentivi da realizzare.  Una condizione oggettivamente anomala se rapportata al contesto cittadino, caratterizzato da decine di concessioni scadute, alcune da molti anni.

Garantita la prosecuzione dell'anno sportivo

"Nelle more dell'esecuzione del bando, resta il vecchio concessionario. E rimane  fino al termine della stagione sportiva  – specifica oggi il presidente della commissione Sport Angelo Diario (M5s)  -  Per questo abbiamo chiesto che gli uffici predispongano la futura assegnazione durante la pausa estiva del 2020". Per oltre mille cittadini significa potersi iscrivere, a settembre, nella piscina della Garbatella. Sapendo di poter contare sulla continuità d'esercizio e sull'affidabilità dello storico gestore: la società più medagliata della Polisportiva Lazio.

La mozione che proroga le concessioni scadute

Nella mozione, presentata dai Cinque Stelle ed approvata in Assemblea Capitolina, si è quindi lavorato su un duplice fronte. "Nelle more dell'espletamento delle procedure di gara" che per inciso proseguono e che, al momento, prevedono la partecipazione anche della SS Lazio Nuoto, viene prevista di "adottare ogni iniziativa" che assicuri "ai Concessionari scaduti, la possibilità di avviare la programmazione delle attività per l'intera durata dell'anno sportivo".  Insomma la gara, che la SS Lazio aveva contestato nelle modalità di attribuzione del punteggio, continua. Ma almeno per la stagione 2019/2020 la polisportiva resta nello storico impianto.

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Sciopero: domani 24 luglio stop a metro, bus, treni e taxi. Tutte le informazioni

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

Torna su
RomaToday è in caricamento