GarbatellaToday

"Vota Garibaldi", cancellata la storica scritta: era alla Garbatella dal 1948

Eliminata la scritta, estremamente identitaria per Garbatella, che era stata fatta restaurare dal Municipio. Smeriglio: "E' stato il Comune, sono furibondo"

La scritta cancellata: foto di Casetta Rossa

Una passata di vernice ha rimosso una scritta dal muro. Non una qualsiasi. In via Basilio Brollo, nel cuore della Garbatella, non è stato infatti ripristinato il decoro di un arredo deturpato dai writer. E' stata infatti cancellata una scritta che era profondamente legata all'identità del quartiere.

La storia della scritta

"Faceva riferimento alle elezioni politiche italiane del 1948, quando Partito Comunista Italiano e Partito Socialista Italiano si presentarono in una lista unica, denominata Fronte Democratico Popolare, avente come simbolo il volto di Garibaldi – ricorda Casetta Rossa –  Era tra le testimonianze murarie più vecchie della città. Il Decoro Urbano del Comune di Roma l’ha cancellata. Così come se nulla fosse. In questo modo muore una città. Seppellendo le sue storie. L’unica promessa che ci sentiamo di fare è che le disseppelliremo. Ovunque".

Smeriglio furibondo

La decisione appare paradossale perchè la scritta, protetta da una tettoia, era affiancata anche da una targa che ricordava l'intervento di restauro messo in campo dall'ente di prossimità. Era "una scritta che avevo fatto restaurare da Presidente di Municipio e che questa mattina il Comune ha fatto cancellare. Sono furibondo – ha dichiarato il vicegovernatore del Lazio Massimiliano Smeriglio  –  una città è fatta di storie, di tracce, di segni del passato. Chi non sa riconoscere l’identità di un luogo non può governarlo" ha tuonato il numero due della Regione, prima di promettere che  "Faremo di tutto per ripristinare quella testimonianza. Lo dobbiamo ai nostri nonni, che con tanta passione si sono impegnati per la loro comunità".

Vernice bianca-2

Il centenario ed il decoro urbano

La cancellazione della storica scritta ha attirato anche le critiche dell'eEnte di Prossimità " Per noi il Centenario di Garbatella può essere l'occasione di rilancio di un pezzo di città e lo abbiamo dimostrato con la straordinaria giornata del 24 febbraio in Piazza Sauli - ha commentato Claudio Marotta, l'assessore municipale alla Cultura. La giunta Raggi di tutta risposta tiene chiusa via delle Sette Chiese de 4 mesi, ha chiuso il ponte di Via Giulio Rocco da oltre 2 anni, lascia il quartiere pieno di immondizia ed ora cancella anche l'identità del quartiere". L'assessore ha indicato anche le precise responsabilità. A suo dire sono state "le squadre del decoro urbano del dipartimento SIMU ad aver cancellato  la storica scritta "VOTA GARIBALDI" di via Brollo". Se non sarà ripristinato il muro, per i suoi 100 anni la Garbatella dovrà fare a meno di un tassello importante della sua storia. Soprattutto di quella repubblicana. E non è un modo elegante per prepararsi all'attesissimo anniversario. 

Errore di un addetto 

Nel pomeriggio di mercoledì 13 il Campidoglio ha replicato alla notizia. "La storica scritta “Vota Garibaldi”, nel quartiere Garbatella di Roma, non andava cancellata e il Campidoglio non ha mai dato disposizioni in tal senso - si legge in un comunicato diramato dall'ufficio stampa di Roma Capitale -  La rimozione è dovuta all’errore di un addetto della ditta appaltatrice del servizio per il decoro urbano del dipartimento SIMU: recatosi sul posto su richiesta della Polizia Locale, per cancellare dei graffiti ingiuriosi, di propria iniziativa ha rimosso anche quella storica scritta". La buona notizia arriva alla conclusione della nota stama. "Il dipartimento interessato - fa sapere il Campidoglio -  ha già avviato le procedure per ripristinarla mediante un appropriato restauro".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Sono d'accordo con Tymmy, basta co ste cojonate tipiche romane! Pulite e ridipingete i muri per la miseria!

  • Stronzate. Se si segue sta logica dovremmo allora lasciare zozzi tutti i muri della città. Ripuliamo tutto e tiriamo dritti.

  • Aggrappati ad una scritta di 70 fa che inneggiava ad un partito che non esiste più e che aveva l'obiettivo di farci diventare una dittatura filosovietica. Povera Italia. Comunque pare che la scritta verrà ripristinata.

    • Di te bisogna solo decidere se sei più stupido o più ignorante.

  • Non può essere un errore. Vanno cacciati

  • bestie

  • Certamente che era storica la scritta. Ma credo che rappresenti non il quartiere, ma la sciatteria di questa città che risale a tempi lontani.. Sicuramente era meglio coprirla in modo migliore da esaltare il muro dove era apposta, ma anche nelle riparazioni si mantiene il livello ottimo di sciatteria.. Almeno su una cosa abbiamo coerenza..

  • Non ci credo, gli analfabeti funzionali colpiscono ancora!! Poi uno dovrebbe portare pazienza nei confronti de sta gente arida che incoscientemente, anche in buona fede magari, provoca danni irreversibili?? Spero in un futuro piu severo nel pretendere cultura nelle genti, iniziando dai giovani. La colpa non è da attribuire a mio avviso a una forza politica, ma all’incapacità che abbiamo da genitori di educare i nostri figli alla cultura e al rispetto. Queste notizie mi creano imbarazzo.

  • Ringraziamo Virginia Raggi e chi quel maledetto giorno gli dava il voto

  • Hanno portato il degrado della città a livelli mai raggiunti prima, ora confondono una traccia di storia identitaria della Garbatella con uno scarabocchio. Stupidità e ignoranza, che spesso si accompagnano ad arroganza e mancanza di equilibrio e senso del ridicolo. Questi cialtroni si avviano ormai a scomparire dal panorama politico romano e italiano, ma hanno fatto più danni di Attila.

    • Ma non sanno niente, sono zappe

Notizie di oggi

  • Attualità

    Atac e le elezioni, oltre mille scrutatori tra autisti e dipendenti: meno corse fino a martedì 28

  • Politica

    Rifiuti, tre mesi di nulla a Cinque Stelle: Roma senza assessore, senza impianti e senza Cda Ama

  • Cronaca

    La villa dei Casamonica confiscata ma occupata dalla moglie del boss

  • Cronaca

    I nuovi Narcos di Ostia e Fiumicino: disposti a sparare per imporre la droga sul litorale

I più letti della settimana

  • Lo sciacallo della Tiburtina incastrato da un tatuaggio: "Ora perderò il posto di lavoro?"

  • Pesciolini d'Argento: cosa sono, come si formano e i segreti per eliminarli

  • Tor Pignattara: cadavere trovato in strada, è morto Saor il trapper di Centocelle

  • Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

  • Fridays for Future e comizi elettorali: domani strade chiuse e bus deviati

  • Ciclista morto su via Tiburtina, sciacalli rubano il portafogli e prelevano 500 euro

Torna su
RomaToday è in caricamento