GarbatellaToday

Sfregio alla fontana Carlotta: chiesto il restauro del quartiere

I vandali hanno danneggiato uno dei monumenti simbolo del quartiere in piazza Ricoldo da Montecroce. Paola Angelucci, presidente della Commissione cultura: "Poca attenzione per i tesori di Garbatella, urge un immediato intervento di restauro"

La "fontana di Carlotta" sfregiata

La madre degli stolti, purtroppo, è sempre incinta. Stavolta i vandali hanno colpito nel cuore della Garbatella storica, danneggiandone uno dei monumenti simbolo: la fontana di Carlotta, in piazza Ricoldo da Montecroce, già sfregiata in passato e poi restaurata nel luglio del 1998.

Il bassorilievo che rappresenta la locandiera "garbata" che gestiva, secondo la leggenda metropolitana, un'osteria di campagna (da qui verrebbe il toponimo "Garbatella"), è stato imbrattato con vernice bianca ed è stato amputato di un orecchio e di una parte dei capelli. Anche la targa del Comune di Roma che ricorda il restauro del 1998 da parte dello Iacp (Istituto autonomo case popolari) e dell'Acea è illeggibile perché ricoperta di scritte.

Il Consiglio municipale, nella seduta di martedì 21 febbraio, ha votato all'unanimità la proposta di risoluzione presentata da Paola Angelucci, presidente della Commissione Cultura, "dando mandato al Presidente, all’Assessore e agli Uffici per attivare immediatamente l’iter necessario al restauro artistico della fontana di Carlotta, nel più breve tempo possibile, affinché un pezzo di storia, di arte e di memoria pubblica non permanga in uno stato di degrado e abbandono". "La richiesta di intervento - dichiara Angelucci - rimanda ad un discorso più approfondito circa la scarsissima attenzione nei confronti della manutenzione artistica-architettonica di Garbatella da parte dell'ATER (l'ente proprietario dei lotti, ndr), ma soprattutto, non c'è rispetto e tutela da parte di Roma Capitale per un quartiere inserito nella città storica, meta di molti turisti, museo a cielo aperto, unico nella sua specificità che deve essere curato come le zone del centro".

Per questo il consiglio municipale ha incaricato il Presidente e la Giunta di chiedere all'ATER un immediato intervento generale di restauro e recupero, sentito il parere della Soprintendenza ai Beni culturali di Roma Capitale, dei siti storico-artistici del quartiere, nel rispetto degli stili dell'epoca di costruzione. Di quali siti parliamo? La pietra di fondazione di piazza Benedetto Brin, il fascione ornamentale con l'iscrizione "la Garbatella" di piazza Bonomelli, l'orologio dell'albergo rosso di viale Massaia, l'arco di accesso al quartiere tra piazza Eurosia e via Rubino e tutti i manufatti in ferro battuto. E allora che si vada avanti sul serio, per restituire all'antico splendore i tesori di Garbatella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Domenica blocco auto a Roma: chi può circolare domani 23 febbraio

  • Blocco traffico: a Roma oggi domenica senza auto nella fascia verde, tutte le informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento