GarbatellaToday

Garbatella: partita la gara per progettare il ponte ferroviario chiuso da due anni

Avviato l'iter che porterà alla ricostruzione del ponticello di via Rocco. Presidente Ciaccheri: "Per compensare i disagi causati dalla chiusura, proponiamo di ridurre la TARI"

Via Giulio Rocco è stata chiusa sul finire del 2016. Da allora uno dei principali collegamenti tra via Ostiense e Garbatella è saltato. Un disagio per migliaia di automobilisti ma anche per gli utenti delle linee ferroviarie che, quando transitano sotto quel cavalcavia, devono rallentare. Ora però è stato avviato l'iter per ricostruire l'intero impalcato dell'infrastruttura.

Le competenze Comune-Regione

Roma Capitale ha destinato circa 100mila euro per la progettazione del nuovo ponticello. Per raggiungere questo primo risultato, è stato necessario che Regione e Roma Capitale trovassero un accorod. Il cavalcavia infatti passa sopra due ferrovie distinte: la Metro B che è gestita da Atac e quindi dal Comune. E la Roma Lido la cui gestione è in campo all'ente governato da Zingaretti. In base all'accordo ottenuto, la Regione affida l'incarico per le indagini delle strutture e per lo studio di fattibilità tecnico-economico ad Atac. Invece il Comune opera come stazione appaltante per affidare i servizi di ingegneria relativi alla progettazione definitiva ed esecutiva. Ed è esattamente questo il punto a cui si è arrivati, con la recente indizione dell'attuale procedura negoziata. Servirà ad individuare la ditta incaricata a fare il progetto di ricostruzione del ponte.

Una strada chiusa da troppo tempo

“Sono più di due anni che si protraggono i disservizi legati alla chiusura del ponte di via Giulio Rocco, la storica via d’accesso alla Garbatella" Si trova infatti sotto il cosiddetto "Pincetto" di piazza Brin, vale a dire il nucleo da cui ha avuto origine l'edificazione dell'intero quartiere. Finalmente, anche grazie alla nostra insistenza – ha commentato il minisindaco del Municipio VIII Amedeo Ciaccheri – è partita la gara per il progetto di un nuovo cavalca-ferrovia che consentirà di collegare nuovamente via Ostiense con via Cialdi".

Risarcire i residenti: la proposta del Municipio VIII

I disagi in questi anni non sono mancati. Ed hanno riguardato tanto i residenti quanto gli automobilisti che erano abituati ad attraversare il ponticello per raggiungere l'Ostiense o viceversa la Garbatella. Problemi che si sommano al degrado cui è stato progressivamente esposto chi abita quel quadrante dove, dall'inizio di dicembre, è stato chiuso anche un tratto di via delle Sette Chiese. "Nei prossimi giorni, in Consiglio municipale e in Assemblea capitolina – promette il Minisindaco –  verranno votati atti per procedere alla richiesta di riduzione della TARI proprio a partire da via Giulio Rocco". Il  presidente del Municipio, in aperta polemica con l'assessorato all'Ambiente di Pinuccia Montanari e con la gestione dei rifiuti da parte di Ama, punta quindi a far ottenere un risarcimento.  "Sarebbe  un segnale di giustizia per chi ha subito in questi due anni l'abbandono più totale". Disagi che, ha spiegato Ciaccheri " in quel quadrante sono stati acuiti anche dalla chiusura del cavalcavia".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

  • Concorso Mibac, bando per 1052 assunzioni in tutta Italia. Tutte le informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento