GarbatellaToday

Municipio VIII: luci ed ombre del bilancio appena approvato

Luci e ombre tra le pieghe del bilancio approvato in Consiglio Municipale. Un milione di euro a disposizione, ma del decentramento richiesto, si sono perse le tracce

Un bicchiere mezzo pieno. E’ questa l’immagine che si addice al Bilancio previsionale che il Consiglio del Municipio VIII ha approvato a maggioranza. I segnali positivi ci sono. Però rimangono alcune criticità che, nonostante siano note, non si riesce a superare.

LE OMBRE DEL BILANCIO - La prima nota negativa, riguarda il mancato decentramento amministrativo, che continua a rappresentare una chimera per l’ente di prossimità. A tal riguardo, i Capigruppo della maggioranza, hanno sottolineato “uno stallo istituzionale”. Poi c’è ”il mancato blocco degli sfratti” che, in territorio attraversato da un’emergenza abitativa ormai strutturale, non è un fenomeno di poco conto. Una certa preoccupazione è stata poi mostrata per “la  riorganizzazione delle partecipazioni di Roma Capitale”, sulle quali si sono chiesti “approfondimenti e miglioramenti”. Su tutte le questioni elencate, il Municipio ha presentato un ordine del giorno, associato all’approvazione del bilancio stesso.

GLI ASPETTI POSITIVI - Il bicchiere è sembrato comunque mezzo pieno dal momento che, appunto, l’approvazione è arrivata. In primo luogo, hanno osservato i Capigruppo, è stata verificata “la disponibilità per l’Ente di risorse leggermente superiori rispetto a quelle stanziate dal Deliberato 2014”.  I maggiori stanziamenti a disposizione del territorio, hanno consentito di cogliere  “il segnale positivo del ripristino del Piano Investimenti, per la cifra di un milione di euro”. Ulteriore e forse principale elemento di soddisfazione è poi stato espresso dal Presidente Andrea Catarci e dei Capigruppo di maggioranza Federico Raccio (P.D.), Gabriella Magnano (S.E.L) e Eleonora Talli “per un Bilancio che torna ad essere approvato in tempi ragionevoli che permette di poter utilizzare al meglio le risorse disponibili. Finalmente non si sarà più costretti a lavorare in dodicesimi, si potrà programmare quegli interventi di manutenzione straordinaria che per anni e anni non si sono potuti effettuare. Un segnale di ripartenza e di discontinuità con il passato.”  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Nubifragio a Roma, città allagata dopo due ore di pioggia: sotto accusa il piano foglie che non c'è

Torna su
RomaToday è in caricamento