GarbatellaToday

Farmer's Market addio alla Garbatella: i produttori a km zero lasciano via Passino

I produttori che dal 2013 hanno hanno animato il mercato contadino hanno perso il ricorso al TAR. Lasciano la Garbatella per spostarsi nell'ex deposito Atac di S. Paolo. Capone (PD): "Intervenga il Comune. E' impensabile tenere chiusa quella struttura durante il centenario"

Hanno perso il ricorso che avevano presentato al TAR. Gli operatori del Farmer’s Market di Garbatella devono rinunciare al mercato di via Passino. Sabato 23 novembre, nella struttura, non ci saranno più i 26 operatori a km zero.

Lo spostamento da Garbatella a San Paolo

Alcuni hanno deciso di spostarsi all’interno dell’ex deposito Atac di San Paolo. Si tratta di una soluzione temporanea perché l’edificio è finito nel concordato preventivo di Atac. Deve essere ceduto, insieme ad altri immobili, per ripianare il debito monstre dell’azienda di trasporti pubblici. Lo spostamento non è però un trasferimento perché, non tutti i produttori, hanno ripiegato sul piano B. L’obiettivo, per gli operatori del Farmer’s Market, è infatti di tornare al più presto in via Passino.

Un servizio fondamentale per il territorio

“Sono mesi che cerchiamo d'impedire la chiusura del mercato di via Passino, ma questa giunta capitolina, che sta distruggendo Roma, non vuole risparmiare neanche Garbatella” ha dichiarato il presidente del Municipio VIII Amedeo Ciaccheri. Il minisindaco, punta il dito contro un’iniziativa che arriva in un momento particolare per la Garbatella. “A poco meno di tre mesi dal Centenario del quartiere, si vorrebbe chiudere un servizio fondamentale per il territorio ed un'eccellenza per la nostra città” ha sottolineato Ciaccheri che, per scongiurare quest’ipotesi, ha convocato una conferenza stampa in via Passino per la mattinata di sabato 23 novembre.

L'inerzia del Campidoglio

Le intenzioni dell’amministrazione sono però note da tempo.  Il Campidoglio, in primaera, aveva comunicato la volontà di riassegnare gli spazi, la cui concessione è scaduta nell’aprile del 2018. Per l'assessore capitolino Carlo Cafarotti era divenuto inevitabile  procedere ad alcuni interventi di messa in sicurezza ed alla successiva indizione di un bando per assegnare gli spazi. Per ora non è stato fatto nulla di tutto questo. Nel frattempo di 5mila clienti hanno firmato la richiesta di mantenere aperto lo spazio di via Passino. Sulla spinta della proposta popolare, nelle more del ricorso presentato dagli operatori al TAR, l'amministrazione cittadina ha lasciato che restassero all’interno della struttura.

A rischio chiusura durante il centenario di Garbatella

“Pensare che il mercato di  via Passino, una realtà fortemente identitaria e largamente apprezzata nel territorio, possa restare chiusa sembra una follia -  ha commentato Leslie Capone, assessore al Commercio del Municipio VIII – chiediamo all’amministrazione cittadina di predisporre immediatamente il nuovo bando e nel frattempo ci aspettiamo che sia trovata una soluzione. Non è pensabile che la Garbatella, durante i festeggiamenti dei suoi cento anni, debba rinunciare ad una struttura del genere”. Nel frattempo la gran parte dei produttori agricoli si sono spostati nel capannone situato nell'ex deposito Atac di via Severo. E la loro attività, nel fine settimana, andrà ad arricchire la programmazione del San Paolo District.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro auto-moto, morto centauro

  • Sardine a Roma, sabato la manifestazione: chiusa metro San Giovanni e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento