GarbatellaToday

Bancarelle, via da marciapiedi e spartitraffico: il Municipio VIII vuole spostare 58 operatori

Da Circonvallazione Ostiense a via Chiabrera, un terzo di bancarelle verranno delocalizzate. Assessore Capone (PD): "Non ci concentriamo su un solo quartiere, puntiamo ad un riordino complessivo"

Bancarelle presenti a Circonvallazione Ostiense

Saranno delocalizzate 58 postazioni su 150. Il Municipio VIII fa sul serio. L'Ente di prossimità è al lavoro per spostare un terzo delle bancarelle presenti nel territorio. Da San Paolo alla Garbatella, passando per Montagnola e per le aree di maggior interesse turistico.

Il piano di riordino

"In questi giorni stiamo incontrando le associazioni di categoria, poi presenteremo le nostre proposte di ricollomento di molte postazioni – fa sapere Leslie Capone, vicepresidente del Municipio  VIII ed Assessore al Commercio  – puntiamo a realizzare un piano di riordino complessivo. Così evitiamo di doverci tornare in futuro ma anche di creare delle disparità. Non vogliamo occuparci soltanto di una via, come fatto nel Municipio VII con le bancarelle della Tuscolana".

Le strade interessate

L'idea da cui parte l'amministrazione di prossimità è di togliere dai luoghi più sensibili le bancarelle "per spostarle, laddove possibile, in aree dove sono già presenti dei mercati rionali". A beneficiare dell'intervento saranno Circonvallazione Ostiense "dove ci sono alcuni operatori a ridosso degli incroci e delle fermate degli autobus". Ma anche Via Chiabrera, a San Paolo, e via Pico della Mirandola, nel quartiere di Montagnola.

La procedura amministrativa

L'iter prevede, per la maggior parte delle bancarelle, che sia il Campidoglio a dire l'ultima parola. "Come Municipi siamo direttamente responsabili dei posteggi fissi mentre la competenza delle rotazioni riguarda il Dipartimento dello Sviluppo economico ed è a loro a cui manderemo le nostre proposte, con la preghiera di autorizzare questi trasferimenti in maniera contestuale. Vogliamo evitare disparità", anche perchè, posteggi fissi e rotazioni, si trovano spesso a convivere sullo stesso marciapiede. 

Municipio, dipartimento e tavolo per il decoro

La partita che porterà ad una sostanziale trasformazione delle strade municipali, non si gioca solo tra operatori, ente di prossimità e Dipartimento capitolino.  "Nel nostro territorio ci sono aree vincolate, penso ad esempio alla basilica di San Paolo fuori le mura che è patrimonio dell'Unesco, ma anche al Parco dell'Appia Antica. Per questo, le proposte di delocalizzazione, devono essere vagliate anche dal Tavolo cittadino per il decoro". Le aree interessate sono quelle comprese tra via Ostiense e la metro B San Paolo, ma saranno interessate dal trasferimento anche le bancarelle presenti alle Catacombe di Santa Domitilla. Con tanti attori istituzionali coinvolti, è difficile immaginare quali possano essere i tempi per le citate delocalizzazioni. L'imput che arriva però dal Municipio VIII è chiaro: saranno avviate tutte insieme.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

  • Ecco il Salario Center: a Roma nord un nuovo centro commerciale

Torna su
RomaToday è in caricamento