GarbatellaToday

Giunta Catarci: “Da settembre a rischio i servizi di assistenza alle fasce deboli”

Anziani, disabili, minori da settembre rischiano di restare senza assistenza. Secondo la Giunta Catarci mancherebbero 1,4 milioni di euro

Il Municipio per i diritti, come un cartello colorato ricorda all’ingresso della sede di via Benedetto Croce, continua a segnalare gravi disagi che potrebbero colpire i residenti più deboli.
“Gli effetti devastanti della gestione Alemanno continuano a farsi sentire anche dopo la tanto agognata sostituzione ai vertici del Campidoglio – premette il Presidente Andrea Catarci - In particolare da settembre mancheranno i fondi necessari per garantire lo standard attuale dei servizi di assistenza domiciliare per persone diversamente abili, per gli anziani e per i minori, così come sono a rischio i contributi economici alle persone indigenti e la garanzia del diritto allo studio per gli alunni diversamente abili che non avrebbero più il servizio di assistenza presso le scuole”.
 
DA SETTEMBRE SERVIZI A RISCHIO - “Vista la totale assenza di risposte avute da Alemanno nei mesi scorsi, si è riusciti a reperire, seppur nelle ristrettezze e nei vincoli di bilancio, le risorse economiche per i primi tre trimestri dell’anno 2013 attraverso variazioni contabili. Ma dopo l’estate non ci sarà più nulla da fare, se non si interverrà sul Bilancio previsionale” fa notare Dino Gasparri, Assessore alle Politiche Sociali del Municipio Roma VIII ex XI
 
IL DETTAGLIO DEI FONDI MANCANTI - Anna Rita Marocchi, Assessore al Bilancio, dettaglia “i fondi che oggi mancherebbero all’appello” e che  sono così distribuiti:  €. 260.000,00  per l'  Assistenza economica agli  adulti e indiretta SAIAH; €. 400.000,00  per l'  Assistenza domiciliare ai disabili; €. 100.000,00 per l' Assistenza economica agli anziani; €. 200.000,00    Assistenza domiciliare agli anziani; €. 140.000,00   per l' Assistenza economica alle famiglie con minori;€. 30.000,00 per l'  Assistenza domiciliare ai minori, €. 300.000,00 per l' Assistenza nelle scuole. “E’ importante cercare di creare una sinergia comune tra le istituzioni, partendo da Roma Capitale e i Municipi – valuta l’Assessora - per farsi promotori nei confronti del governo nazionale di una rivisitazione complessiva della contabilità degli Enti Locali, eliminando dal calcolo del contenimento della spesa tutte quelle voci destinate alla cura e ai servizi della persona.”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento