GarbatellaToday

Occupazione ex Bagni Pubblici: la palla passa a Regione Comune e LazioAdisu

Il Presidente Catarci gioca la carta del vertice istituzionale con Foschi Barca e Smeriglio, con l’”auspicio che emergano argomentazioni per porre termine all’occupazione”

Lacontroversia interna al centrosinistra, dovuta alla recente occupazione degli ex Bagni Pubblici di Garbatella, potrebbe essere arrivata ad un bivio. La scelta del gruppo consiliare del PD d’abbandonare la maggioranza e le dimissioni in blocco degli Assessori Democratici, potrebbero dunque essere rapidamente riconsiderati.

LA VICENDA - Lo scenario, appare condizionato dai risultati che produrrà il vertice istituzionale richiesto dal Presidente Catarci.  “Il consiglio del Municipio VIII  - scrive oggi in una nota il Minisindaco - ha votato all’unanimità nel mese di novembre un atto per la rigenerazione e la destinazione ad uso culturale dello stabile degli ex bagni di via Ferrati, a Garbatella, di recente lasciati liberi dal mobilificio che vi svolgeva attività. Lo storico edificio è un'opportunità di crescita e miglioramento per il quartiere e la città e nel più breve tempo possibile va riqualificato e restituito alla collettività, con servizi culturali e per la formazione.”

IL VERTICE -”Con quest’obiettivo il Municipio Roma VIII, già lo scorso venerdì, ha convocato un incontro richiedendo la presenza del Vice Presidente della Regione Lazio Smeriglio, del Gabinetto del Sindaco, dell’Assessora capitolina alla Cultura Barca e di LazioDISU, a cui un recente atto dell’ATER affida il locale ‘per gli scopi istituzionalmente a questa affidati’.” Eppure, nonostante la convocazione, il gruppo Consigliare e gli Assessori del PD hanno contestualmente deciso di “sfidare” in una sorta di braccio di ferro, Catarci e tutto il gruppo di Sinistra Ecologia e liberta, rassegnando venerdì stesso le dimissioni.

L'AUSPICIO - “Nel confidare nella collaborazione di tutti i soggetti – sottolinea il Presidente del Municipio VIII -  si auspica che nel vertice istituzionale emergano anche argomentazioni valide per porre immediatamente termine al presidio avviato lo scorso fine settimana da un gruppo di giovani del territorio. In questa direzione si sta lavorando. Tutto il resto sono sfoghi e tensioni che allontanano dall’obiettivo e non vanno nella direzione dell’interesse del quartiere e della città.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Il monopolio di slot machine e scommesse del Re di Roma Nord, smantellato sodalizio dell'ex Banda della Magliana: 38 arresti

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Amazon a Colleferro, ora è ufficiale. 500 posti di lavoro: ecco come candidarsi

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

Torna su
RomaToday è in caricamento