GarbatellaToday

Garbatella: il ricordo di Alvaro Amici, Garbatellano DOC

Dodici anni fa se ne andava Alvaro Amici, esponente di punta della canzone popolare romana e residente della Garbatella. Il suo ricordo è vivo nel quartiere che gli ha tributato targhe e commemorazioni

Alvaro Amici è un figlio della Garbatella. Potremmo definirlo così, senza tanti giri di parole. E' stato, per esser più chiari, uno di quei residenti che hanno maggiormente contribuito a rendere omaggio al quartiere. Almeno in epoca recente. Ed è quindi anche per questo che il cantante romano, viene sempre menzionato nelle ricorrenze della Garbatella.

LA SCOMPARSA - C'è stato un momento però, in cui Alvaro Amici non è stato adeguatamente ricordato. “Lui morì a poche ore di distanza da un altro grande personaggio romano, che abitò nel nostro quartiere: Alberto Sordi. Quindi in quel frangente – ci fa notare Paolo Moccia, memoria storica della Garbatella – la sua scomparsa passò in secondo piano”. Ma ci fu modo di recuperare.

LE TARGHE - Sulla scalinata di via Orsucci, dove è situata la Fontana  Carlotta, è stata apposta una targa.  Fu sistemata lì, anche su richiesta dell'Associazione Il Tempo Ritrovato, per ricordare “il menestrello della Garbatella” nel 2007. E non è certo stata l'unica iniziativa con cui Amici è stato ricordato. “Anche il  centro polivalente del Parco Caduti del Mare, in via Pullino – ci spiega Paolo Moccia – ha una targa in onore di Alvaro Amici. Quella struttura gliel'abbiamo dedicata nel 2005/2006”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE MANIFESTAZIONI AD HONOREM - Il 25 febbraio poi, per diversi anni, l'Associazione I.T.A.C.A. ha organizzato un'iniziativa ad hoc. “Si chiamava 'Ve volemo tanto bene' ed era una manifestazione – spiega sempre Moccia - che avevamo dedicato sia ad Alberto Sordi che ad Alvaro Amici”. Ma i riconoscimenti al cantante romano, non mancarono neppure quando ancora era in vita. “L'ultima grande iniziativa che organizzammo fu nel 2000, in piazza Damiano Sauli. Insieme a quelli che poi divennero gli amici di Garbatella 2000 venne fatta una serata in suo onore. Si esibirono per l'occasione, sotto la direzione del maestro Fabrizio Masci,  grandi interpreti della canzone popolare romana e napoletana”.  All'appuntamento in suo onore venne anche Alvaro Amici.  Purtroppo  era già sulla sedie a rotelle, poiché aveva già subito un'operazione alla gamba. Noi gli consegnammo una targa. Fu la sua ultima uscita – ricorda Moccia che poi con un po' di nostalgia aggiunge -  certo che, un  piazza così, non s'era davvero mai vista”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

Torna su
RomaToday è in caricamento