GarbatellaToday

Corri alla Garbatella scrive a Linus: "Dopo la tua Deejay Ten vieni da noi per una carbonara"

Domenica 25 novembre a Roma si svolgeranno due gare podistiche: la Deejay Ten e Corri alla Garbatella, giunta alla sua ventisettesima edizione

Due manifestazioni sportive ed una sola data. Domenica 25 novembre le strade di Roma saranno invase da migliaia di atleti. Alcuni correrano per le strade del centro. Altri invece tra i palazzi progettati da Piacentini e Sabbatini, in uno storico quartiere romano. I primi aderiscono alla Deejay Ten. I secondi alla ventisettesima edizione del Corri alla Garbatella.

La lettera aperta a Linus

La concomitanza delle due manifestazioni podistiche, non ha però generato dualismi. Al contrario, gli organizzatori della corsa che si sviluppa tra i lotti popolari dell'Ater, hanno scritto una simpatico lettera al direttore di Radio DeeJay, appassionato maratoneta. “Caro Linus, dopo l’accoglienza trionfale ricevuta a Bari, Firenze e Milano, ecco arrivare anche nella Capitale la gara podistica 'DeeJay Ten', una gara 'evento' potenziata dalla tua popolarità e dalla forza mediatica della radio” ha scritto Walter Graziani, tra gli organizzatori del Corri alla Garbatella e presidente dell'associazione Rione Garbatella. Come il residente ha tenuto a precisare, la sua lettera è nata "per raccontarti dell’impresa d'un gruppo di sognatori appassionati che con amore, determinazione ed entusiasmo hanno costruito, anno dopo anno, un evento divenuto parte della tradizione collettiva: la Corriallagarbatella.  Una gara che, proprio domenica 25 novembre raggiungerà la sua 27esima edizione e che si svolgerà, in contemporanea, a qualche centinaio di metri di distanza dalla “tua” gara”. 

La partecipazione di un intero quartiere

Nella lunga lettera, Graziani ha spiegato come la manifestaazione sia “ cresciuta grazie alle cure che le ha dedicato un intero quartiere e, da semplice evento rionale, è divenuta competizione cittadina in grado di attrarre runners da ogni Regione. Continueremo, quindi, ad impegnarci nel tentativo di caratterizzare l’identità della nostra gara, malgrado l’allegra 'intrusione' della DeeJay Ten, soprattutto per salvaguardare i residenti del quartiere che aspettano e vivono l’evento con grande partecipazione, collaborando attivamente per la sua riuscita”. 

Il coinvolgimento dei bambini

Il risultato della manifestazione podistica che si svolge alla Garbatella è testimoniata dalle precedenti ventisei edizioni. Un curriculum di tutto rispetto che ha permesso, a residenti e non di ogni età, di sfidarsi sui saliscendi dello storico quartiere. E' proprio attingendo dall'esperienza ed in particoalre dal successo ottenuto nel coinvolgere i bambini fino ai 10 anni che gli organizzatori hanno deciso di tornare a scommettere sui più piccoli. “Quest'anno – racconta Graziani –  abbiamo voluto che ogni bambino partecipante presentasse, all’atto dell’iscrizione, anche un proprio elaborato, un pensiero che esprimesse, con poche ma significative parole, cosa lo spinge a partecipare alla corsa della Garbatella”. Si può partecipare anche con un disegno e l'elaborato giudicato vincitore da un'apposita giuria, sarà premiato nell'ambito delle tante iniziative previste per festeggiare, nel 2020, il centenaio del quartiere.

Il piatto di carbonara alla Garbatella

La lettera inviata a Linus, si conclude con l'invito allo Speaker, “alla Radio ed al Trio Medusa" ad affacciarsi nel popolare quartiere, dopo la gara "per  condividere un’ottima carbonara o una cacio pepe in uno dei locali storici della Garbatella; infatti, perché tu non possa dubitare del nostro affetto, non permetteremo che i locali del centro storico di Roma, sempre più turistici e meno autentici, fagocitino te ed il tuo staff, ma ti faremo conoscere i locali genuini e veraci del nostro quartiere, così che anche tu non possa fare a meno di amare la nostra Corriallagarbatella”. Una proposta dal sapore genuino come i piatti della tradizione romana che sono stati suggeriti. Un invito che Linus, dalle colonne di Repubblica, ha deciso di non declinare. "Non sapevo della concomitanza delle corse ma vi auguro il più grande successo. E certo - ha aggiunto il direttore artistico di Radio Deejay nell'articolo firmato da Vladmiro Polchi - verrò delle vostre parti per mangiare una cacio e pepe autentica. Anzi, vi porterò anche un panettone". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Città dell'Altra Economia, il Campidoglio prepara il bando: nel futuro spazio ai maker

  • Cronaca

    Così Carlos ha violentato un'anziana nella casa di riposo. Ed ora si temono altri casi

  • Cronaca

    Largo Preneste, batte la testa in terra dopo la lite: il pittore Umberto Ranieri in fin di vita al Vannini

  • Ostia

    Ostia: Campidoglio piglia tutto, al M5S romano la gestione delle spiagge. "Presidente del X Municipio si dimetta"

I più letti della settimana

  • Sciopero degli studenti per il clima: il 15 marzo in piazza per Friday for Future

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Paura a Grottaferrata: bus Cotral finisce in una scarpata. Sette feriti

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • "No a perquisizioni razziste sul bus": il cartello sulle pensiline Atac contro le forze dell'ordine

  • Tragedia ad Ardea: bambino di 2 mesi trovato morto in casa, si cerca la madre

Torna su
RomaToday è in caricamento