GarbatellaToday

Municipio VIII: comitati e associazioni rilanciano l’idea di una "urbanistica sostenibile"

Dalla vicenda dell'I60 ai percorsi di autorecupero progettati nel territorio del Municipio VIII. In aula consiliare decine di cittadini hanno ascoltato le esperienze e le difficoltà che incontra "l'urbanistica sostenibile"

C’erano consiglieri, rappresentanti di associazioni e comitati. Ma soprattutto, all’assemblea sull' “urbanistica sostenibile” che giovedì 23 si è svolta nell’aula consiliare del Municipio VIII, c’erano decine di cittadini. In tanti sono accorsi per ascoltare quale sia “l’idea per Roma” che, il Coordinamento Stop-I60 e le realtà presenti, hanno intenzione di promuovere.  

AUTORECUPERO E CONSUMO DI SUOLO - L’urbanistica è un tema caldo nel territorio. E le tante esperienze che al tavolo dei relatori si sono succedute lo hanno confermato. Su questo fronte si è consumata una scissione interna al Movimento Cinque Stelle. E si sono sperimentate nuove alleanze. Giovedì non se n’è parlato, perché l’appuntamento è stato finalizzato a raccontare i progetti di autorecupero di Alexis e Grottaperfetta. Le battaglie perse nei territori limitrofi – come nel caso di Tor Chiesaccia, ormai nascosta tra i palazzi di Tor Pagnotta 2 –  e quelle in corso contro alcune edificazioni.

IL FOSSO DELLE TRE FONTANE - La parte del leone, l’ha fatta la vicenda legata all’edificazione dell’I60. La difesa dell’area verde su cui è previsto l’arrivo di altri 5 mila abitanti, è stata affidata anche all’intervento di Corrado Stillo, uno storico residente. Il cittadino, ha raccontato la sua infanzia, le passeggiate all’abbazia e sul fosso delle Tre Fontane. Ha descritto il valore storico, religioso e le potenzialità di un’area che potrebbe essere sfruttata anche sul piano turistico. L’intervento, fortemente empatico, ha avuto il merito di far conoscere la realtà di Grotta Perfetta anche al di là dei numeri delle volumetrie; delle battaglie legali, raccontate dall’avvocato Corvasce, e dei timori dei residenti per l’incremento del traffico veicolare.

UN TRAFFICO SOFFOCANTE -  “La battaglia non è finita e non è detto che si debba puntare solo sull’interramento del fosso – ha commentato a margine dell’incontro Giuseppina Granito, portavoce del Coordinamento Stop I60 – Quell’operazione era legata ad un progetto di mobilità che non esiste più: la metro d. E’ arrivato il momento d’iniziare a ribadire anche questo aspetto, visto che i nuovi residenti avranno a disposizione soltanto via di Grottaperfetta” una strada , ad una sola corsia per senso di marcia, già oggi congestionata dal traffico. La partita ancora non è conclusa ed a livello municipale il tema rimane tra i più avvertiti. Soprattutto lo è nella compagine "talebana" del M5s che, dal presidente dell'aula consiliare Enrico Lupardini all'ex assessore Tisi, ha preso parte all'assemblea. Il terreno dell'urbanistica continua ad offire spunti in questo quadrante. Anche senza Berdini. 

Potrebbe interessarti

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Distributori di Benzina "No Logo": dove il pieno costa meno

  • 7 laghi meravigliosi da visitare nei dintorni di Roma

I più letti della settimana

  • Terremoto Roma: scossa avvertita in diverse zone della città. Epicentro a Colonna

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e tutte le informazioni

  • Sciopero a Roma, martedì 25 giugno metro e bus a rischio: tutte le informazioni

  • Uccide la moglie e poi si spara: i due coniugi non riuscivano a pagare l’affitto

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

Torna su
RomaToday è in caricamento