menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcalendarcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcasesunnysuncloudwhitecloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfograinlightblackcloudsleetsnowcelsiuslock-openlog-outeditfiletrophy

Garbatella Today

Studentessa stuprata nel garage sotto casa a Tor Carbone

La ragazza è stata avvicinata e minacciata con un coltello alla gola nel suo box di via Sommer. Molte le analogie con il caso della Bufalotta, avvenuto 1 mese fa. C'è già chi parla di stupratore seriale

Nuova violenza sessuale consumata in un garage. Dopo l'episodio di 3 settimane fa a Bufalotta, ieri una studentessa di 21 anni è stata violentata in un box di via Sommer in zona Tor Carbone.

La giovane stava parcheggiando nel garage condominiale quando è stata prima avvicinata e po aggredita da un uomo celato da un passamontagna che le ha puntato un coltello alla gola. E' la stessa polizia ad accostare l'episodio di questa notte con quello della Bufalotta.

La giovane dopo essere stata soccorsa è stata trasportata all'ospedale Sant'Eugenio. Anche lo stupratore della giornalista aggredita alla Bufalotta il 5 giugno scorso durante l'aggressione aveva il volto coperto da un passamontagna, era armato di coltello e parlava italiano.

LA TESTIMONIANZA DEI VICINI
I vicini della ragazza la descrivono come una bella ragazza, sempre preparata, ma non appariscente.

Un'amica della ragazza ha raccontato: "Ho appreso quanto è accaduto da sua madre. Lei studia all'università ed è una ragazza di buona famiglia".

La vittima abita in una zona isolata, vicino a un piccolo parco, all'interno di una delle tante villette familiari a schiera di due piani, color mattone. Un quartiere residenziale di nuova generazione, come tanti a Roma in periferia, privo di negozi, dove abitano tutte famiglie benestanti. All'entrata dei garage dove è stata stuprata la ragazza c'é un cancello elettronico e all'interno, in un angolo, una telecamera. Ogni singolo box è collegato alla relativa abitazione con una porta interna.





Visualizzazione ingrandita della mappa


Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Mirko Conti
    Mirko Conti

    quella zona è semplicemnete meravigliosa, ma è assolutamente un postaccio per quel che riguarda la sicurezza. io avrei paura se avessi una donna che deve tornare da sola a casa lì. La zona è poco illuminata. Di sicuro penso di poter dire che il balordo che l'ha violentata è arrivato lì con mezzi proprio visto che lì i mezzi se li dimenticano da mezzanotte in poi. certo che alemanno dopo ste figure di xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxa che sta facendo deve andare a casa sua con la coda tra le gambe. roma è di fatto incontrollabile da un punto di vista della sicurezza e questi episodi, ahimè, sono la dimostrazione di quanto volgare e squallida sia stata nei mesi di campagna elettorale la sua strumentalizzazione sul caso reggiani. mi vergono per lui

  • mi sembra poco per parlare stupratore seriale. ovviamente sarebbe importante avere a disposizione tutti i dettagli dei due episodi. se c'è qualcosa che fa pensare si tratti della stessa persona. al momento è possibile accostare le due scene, è vero. se così fosse studia molto bene i luoghi dove colpire. ci si trova a suo agio. qui molti spettatori di film e serie televisive potrebbero sbizzarrirsi

Più letti della settimana

Torna su