GarbatellaToday

Dalle mense dei nidi alle case famiglia: il Municipio VIII in prima linea contro gli sprechi alimentari

Il cibo inutilizzato nelle mense scolastiche non è stato sprecato. Assessora Aluigi (PD): "Abbiamo recuperato le eccedenze. Saranno distribuite nella rete solidale della ACLI"

No allo spreco di cibo. Il Municipio VIII moltiplica gli sforzi per recuperare le eccedenze alimentari. E così, oltre al servizio già attivato nel mercato rionale della Montagnola, ha deciso di raccogliere il cibo accumulatosi nelle mense scolastiche.

Le eccedenze alimentari

“Abbiamo colto l'opportunità arrivata dalla nuova gara della gestione delle cucine degli asili nido comunali, recuperando tutti i prodotti in giacenza che sarebbero stati gettati via” ha annunciato il presidente del Municipio VIII Amedeo Ciaccheri. L’iniziativa, resa possibile grazie alla fattiva collaborazione della squadra di governo, delle realtà associative e degli uffici municipali, ha consentito di non sciupare una grande quantità di cibo.

Il bando sulle mense scolastiche

“Lunedì 23 abbiamo consegnato le ultime cose – ha spiegato Alessandra Aluigi, assessora alle Politiche sociali del Municipio VIII – Però l’iniziativa è partita venerdì quando abbiamo saputo, con certezza, che col nuovo bando sarebbero subentrati nuovi gestori nel servizio delle mense”. Il Consiglio di Stato non ha infatti accolto la richiesta di sospensiva avanzata da chi aveva contestato la gara del Campidoglio. Di conseguenza, nelle mense scolastiche, da gennaio arrivano altre ditte. 

Dalle mense alle case famiglia

“La normativa – ha spiegato  l'assessora municipale – prevede che col cambio di appalto tutto il cibo in giacenza debba essere smaltito”.  Non potendo passare alla cooperativa subentrante, i viveri custoditi nei nidi rischiavano di trasformarsi in scarti. Uno spreco di notevoli dimensioni, contro il quale si è schierato il Municipio VIII. “I nostri uffici si sono immediatamente attivati ed una volta recuperato i generi li abbiamo consegnati all’ACLI che ha una rete solidale molto strutturata a Roma. Così facendo i generi alimentari andranno anche alle case famiglia, come quella presente, nel nostro territorio, a Lungotevere Dante”.

L'esperimento nel mercato rionale

“È nei piccoli gesti quotidiani che possiamo trasformare e migliorare la nostra città” ha commentato il presidente Ciaccheri. Le buone pratiche vanno però vanno coltivate tutto l’anno. Ed è per questo che il Municipio VIII, da novembre, ha fatto partire  un’altra iniziativa volta al recupero di generi alimentari.  “Da qualche settimana abbiamo avviato una sperimentazione anche al mercato della Montagnola” ha spieagato l’assessora Aluigi. Con i volontari del Circolo Che Guevara e quelli della parrocchia di San Benedetto, il cibo invenduto viene raccolto, una volta a settimana, e consegnato all’ACLI che si occupa poi di effettuarne lo stoccaggio e la distribuzione.

Gli sprechi a Natale

La buona pratica avviata alla Montagnola, una volta rodata, fa sapere il Municipio VIII, sarà diffusa anche nei restanti mercati rionali. Nel frattempo è stata utile per gestire, in tempi rapidi, la raccolta degli scatoloni di cibo fresco e secco rimasto nei nidi del territorio. Ed è già un modo per  ridurre la quantità di alimenti che, troppo spesso, a Natale vengono sprecati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco traffico, a Roma vietati tutti i diesel anche mercoledì 15 e giovedì 16 gennaio

  • Blocco auto, a Roma martedì diesel vietati fino agli Euro 6: tutte le informazioni

  • Blocco traffico, a Roma diesel fino a Euro 6 vietati anche venerdì 17 gennaio

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Blocco traffico, a Roma diesel vietati anche domani: smog ancora alle stelle

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento