GarbatellaToday

Parco del Tintoretto, residenti in pressing sul Campidoglio: "Eliminate la strada che abbatte gli alberi"

I rappresentanti delle associazioni Ottavo Colle ed OrtoLino in Campidoglio per presentare un appello alla Sindaca ed ai consiglieri: "Non ci interessano gli attriti interni, eliminate quella strada che non vuole nessuno"

Hanno organizzato un corteo partecipato da un migliaio di residenti. Hanno preparato una raccolta firme, sottoscritta da oltre 3500 cittadini. Ed hanno preso parte ad ogni commissione che il Comune ed il Municipio VIII hanno organizzato sul tema. Ora i residenti del Tintoretto , pur di salvaguardare il patrimonio verde minacciato dalla costruzione di una strada,  hanno anche messo in atto un'altra iniziativa.

No alla strada tra via del Tintoretto e Vigna Murata

Nella mattinata di mercoledì 31 luglio, una delegazione delle associazioni Ottavo Colle e OrtoLino si è presentata in Campidoglio. Ed ha consegnato ai consiglieri presenti una lettera. "E' l'appello a stralciare dalla convenzione la strada che collega via del Tintoretto con via di Vigna Murata – spiega Daniela Devenuto, presidente dell'Ottavo Colle – noi vogliamo salvaguardare l'unico polmone verde presente in zona e che, la realizzazione di quella strada, andrebbe a distruggere".  L'opera è prevista nell'ambito di una convenzione urbanistica che destina alla zona la realizzazione di un superstore  Esselunga da 4600 mq e di due edifici residenziali. Ma che, di pari passo, prevede la realizzazione di un asse viario che i residenti, come il Municipio VIII, vedono come il fumo negli occhi.

Il patrimonio da preservare

Le conseguenze della realizzazione di questa strada a due corsie, comporterebbero l'abbattimento di 250 alberi e l'eliminazione anche d'importanti servizi realizzati connessi al funzionamento degli orti urbani, a partire dal pozzo di "OrtoLino". Per riconsiderare la realizzazione della strada, si sono svolte accese commissioni capitoline. Sono stati votati due atti dal Municipio VIII. "Anche il costruttore si è mostrato d'accordo, come pure i partiti di maggioranza e di opposizione" ha sottolineato la presidente di Ottavo Colle. Sembrava che il risultato fosse acquisito, ma un tavolo tecnico, recentemente convocato su richiesta del Campidoglio, ha rimesso in discussione le ipotesi alternative al contestato collegamento stradale". 

Il mandato tradito

"Le conclusioni emerse dal tavolo tecnico, a favore di un presunto miglioramento del traffico veicolare e a discapito del benessere dei cittadini – si legge nell'appello consegnato ai consiglieri - sono nettamente in contrasto non solo con quanto indicato nella Mozione e nella Commissione congiunta Mobilità e Urbanistica di Roma Capitale ma, soprattutto – viene sottolineato – sono in contrasto  con il mandato che questa Amministrazione ha ricevuto dai suoi cittadini, con il voto del 19 giugno 2016". Un'inversione di marcia che non è piaciuta ai tanti cittadini rimasti come  ultimo baluardo in difesa del verde. "Chiediamo ai Consiglieri dell'Assemblea Capitiolina di stralciare quella strada dal progetto". Il tempo per farlo comincia ad essere poco. Poi bisognerà dare seguito alla convenzione urbanistica che, se non viene modificata, prevede la sua realizzazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento