GarbatellaToday

Parco Scott abbandonato all'incuria: dopo i cestini ora anche le panchine sono rotte

L'area verde necessita da tempo d'interventi manutentivi

Non c'è una sola panchina sana. Nè un cestino integro. A ben vedere, anche i sentieri interni appaiono seriamente dissestati. Le condizioni di Parco Scott, non migliorano. Anzi, sembrano immutabili. Col passare degli anni, le segnalazioni si sommano le une sulle altre. Servono interventi di manutenzione che, per ora, nessuno si assume l'onere di sostenere.

Barriere architettoniche

"Ci sono alcuni viali in condizioni di pericolosità, con particolare riguardo al percorso di accesso alla via Appia Antica, da via Tito Omboni, all'altezza della Chiesa del Quo Vadis" fa notare Massimiliano Giannocco, portavoce del Progetto Decoro Liberale.  Le strade indicate, sono anche molto frequentate. Vengono infatti utilizzate da quanti, dall'Ardeatino, vogliano raggiungere la piedi l'ex Cartiera Latina o il Parco della Caffarella. I sentieri, caratterizzati da una discreta pendenza, sono appena accennati. E spesso, nella terra, si aprono dei profondi crateri. Per le carrozzine ortopediche, come per quelle spinte dalle mamme, si tratta di percorsi impossibili da sostenere. Vere e proprie barriere architettoniche.

Un luogo molto apprezzato

"I residenti continuano a lamentare un forte malessere per la situazione d'un parco che interessa una delle zone più belle e prestigiose di Roma – fa notare Giannocco – le situazioni segnalate,  si trovano infatti in prossimità di due aree giochi per bambini e di un'area riservata ai cani, e questo fa sì che siano luoghi anche molto frequentati da chi abita in zona". Sfortunatamente, chi si reca a Parco Scott per ottenere un po' di ristoro, finisce con il restarne irrimediabilmente deluso,

Un'area verde sempre meno ospitale

Alla maggior parte delle panchine, sono infatti state rimosse le stecche ed è impossibile sedervisi. I rifiuti debordano dai pochi cassonetti rimasti integri e le stradine interne risultano spesso difficilmente praticabili. L'area verde, fatto salvo gli spazi dedicati ai bambini ed ai cani, resta così inospitale. Al massimo un luogo di mero attraversamento, per raggiungere altre destinazioni. Una condizione a cui va posto rimedio, anche in assenza del Municipio VIII ora commissariato.  All'Ente Parco dell'Appia Antica ed all'assessorato al verde capitolino, l'onere di non lasciare che queste richieste continuino a restare inascoltate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento