GarbatellaToday

Parco Scott abbandonato all'incuria: dopo i cestini ora anche le panchine sono rotte

L'area verde necessita da tempo d'interventi manutentivi

Non c'è una sola panchina sana. Nè un cestino integro. A ben vedere, anche i sentieri interni appaiono seriamente dissestati. Le condizioni di Parco Scott, non migliorano. Anzi, sembrano immutabili. Col passare degli anni, le segnalazioni si sommano le une sulle altre. Servono interventi di manutenzione che, per ora, nessuno si assume l'onere di sostenere.

Barriere architettoniche

"Ci sono alcuni viali in condizioni di pericolosità, con particolare riguardo al percorso di accesso alla via Appia Antica, da via Tito Omboni, all'altezza della Chiesa del Quo Vadis" fa notare Massimiliano Giannocco, portavoce del Progetto Decoro Liberale.  Le strade indicate, sono anche molto frequentate. Vengono infatti utilizzate da quanti, dall'Ardeatino, vogliano raggiungere la piedi l'ex Cartiera Latina o il Parco della Caffarella. I sentieri, caratterizzati da una discreta pendenza, sono appena accennati. E spesso, nella terra, si aprono dei profondi crateri. Per le carrozzine ortopediche, come per quelle spinte dalle mamme, si tratta di percorsi impossibili da sostenere. Vere e proprie barriere architettoniche.

Un luogo molto apprezzato

"I residenti continuano a lamentare un forte malessere per la situazione d'un parco che interessa una delle zone più belle e prestigiose di Roma – fa notare Giannocco – le situazioni segnalate,  si trovano infatti in prossimità di due aree giochi per bambini e di un'area riservata ai cani, e questo fa sì che siano luoghi anche molto frequentati da chi abita in zona". Sfortunatamente, chi si reca a Parco Scott per ottenere un po' di ristoro, finisce con il restarne irrimediabilmente deluso,

Un'area verde sempre meno ospitale

Alla maggior parte delle panchine, sono infatti state rimosse le stecche ed è impossibile sedervisi. I rifiuti debordano dai pochi cassonetti rimasti integri e le stradine interne risultano spesso difficilmente praticabili. L'area verde, fatto salvo gli spazi dedicati ai bambini ed ai cani, resta così inospitale. Al massimo un luogo di mero attraversamento, per raggiungere altre destinazioni. Una condizione a cui va posto rimedio, anche in assenza del Municipio VIII ora commissariato.  All'Ente Parco dell'Appia Antica ed all'assessorato al verde capitolino, l'onere di non lasciare che queste richieste continuino a restare inascoltate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento