GarbatellaToday

Montagnola, parco e nuovo playground restano chiusi. Le proteste arrivano in Campidoglio

Con una raccolta firme e con un'interrogazione si sta provando a sollecitare la Sindaca a riaprire l'unico parco di Montagnola, chiuso da quattro mesi per la realizzazione di un playground

L'ingresso del parco della Montagnola

Da quatto mesi e mezzo la Montagnola è senza parco. L'area giochi che i residenti custodiscono con cura e che hanno intitolato ai giudici Falcone e Borsellino, resta impraticabile. I suoi cancelli sono stati chiusi a novembre, per consentire la realizzazione di un playground. I lavori però sono stati ultimati a febbraio senza però che l'area tornasse nelle disponibilità dei cittadini.

Le domande senza risposta

Per protestare conto questa condizione, i residenti hanno scritto al Dipartimento Ambiente ed alla Sindaca Raggi, chiedendo quale fosse il motivo di tanto ritardo. Quelle lettere non hanno ancora ricevuto risposta. I bambini continuano pertanto a non poter frequentare uno spazio il cui decoro, peraltro, è garantito in prima persona dagli stessi residenti del quartiere. Cittadini che nel tempo hanno acquistato arredi ed attrezzi per lo sfalcio dell'erba. E che, prima che la vegetazione prenda il sopravvento, vorrebbero rientrare in possesso del loro spazio verde.

La raccolta firme

Su impulso di Fratelli d'Italia la questione è nuovamente finita all'attenzione della Sindaca. Il consigliere municipale Lorenzo Mevi ha infatti promosso una raccolta firme con cui chiedere la riapertura del Parco. "Hanno partecipato tantissime famiglie del quartiere, perchè attendono da mesi di poter usufruire di questo prezioso spazio verde" ha fatto sapere Maurizio Buonincontro, capogruppo municipale di Fratelli d'Italia.

L'interrogazione in Campidoglio

Oltre alla richiesta, promossa attraverso la petizione, il partito presieduto da Giorgia Meloni ha presentato un'interrogazione. Se n'è fatto carico il Capogruppo Andrea De Priamo, che a Virginia Raggi ha formalmente chiesto "come s'intenda  garantire  l'accesso al parco Falcone e Borsellino ai suoi fruitori ed agli amici a quattro zampe". Quello è uno dei rari spazi, nella popolosa Montagnola, dove poter godere degli effetti benefici della natura.  "Gli spazi verdi sono la soluzione ideale per restituire ai cittadini ed agli animali quel benessere che deriva dal contatto con l'ambiente" si legge nell'interrogazione. Una necessità ancor più stringente per chi vive "in contesti urbani, stressanti e caotici".

La richiesta di finanziamento al Coni

La discussione del testo preparato dal consigliere De Priamo non è stata ancora calendarizzata in Assemblea Capitolina. La Sindaca però, a mezzo stampa, ha provato a fornire qualche risposta. Raggi ha infatti dichiarato che  "a breve comunicheremo le date di apertura dei playground che sono stati realizzati nei municipi VIII (Parco Falcone e Borsellino ndr) e nel XII". La Sindaca ha inoltre aggiunto che, queste iniziative, si sono rivelate "molto apprezzate", visto che sono stati numerosi i ragazzi ed i bambini che hanno frequentato, nei territori dove sono già disponibili, questi piccoli impianti sportivi. " Vista la risposta abbiamo chiesto al Coni di finanziarci altri playground. Ci piacerebbe averne due a Municipio". Bisogna vedere cosa ne pensano i residenti. Se per realizzare i prossimi playground, si segue la tempistica impiegata a Montagnola, conviene sperare di non costruirne degli altri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

  • Concorso Mibac, bando per 1052 assunzioni in tutta Italia. Tutte le informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento