GarbatellaToday

Parco di Tor Marancia, lavori ultimati: senz’acqua però slitta l’apertura

Il terzo accesso al parco di Tor Marancia, dopo diciotto mesi dall’avvio dei lavori, è prossimo all'inaugurazione. Ass. Centorrino: “Per manutenerlo abbiamo chiesto una squadra di giardinieri ad hoc”

Le foto del cosiddetto AFA 3 del Parco di Tor Marancia

Gli alberi secchi sono stati sostituiti. I sentieri sono stati ultimati e gli arredi posizionati. Mancano i muretti di cinta attorno all'area giochi. Per il resto è tutto pronto per l’inaugurazione dell’area verde di via di Grotta Perfetta. Quasi tutto.

Manca l'allaccio idrico

Il Comitato di Quartiere Montagnola e quello di Grotta Perfetta, il 27 febbraio hanno preso parte ad un sopralluogo in quella che, tecnicamente, viene definita Afa 3 (ambito territoriale 3). L’appuntamento è stato utile per verificare lo stato di avanzamento del cantiere che, dal 2018, sta operando sull’area verde. “Siamo rimasti perplessi del fatto che solo alla fine dei lavori si sia scoperto che manca l’allaccio idrico e che pertanto sarà necessario rompere una strada appena asfaltata per realizzarlo” ha commentato Paolo Colombini, Presidente del Comitato di Quartiere Montagnola.

La futura gestione

C’è un timore, inoltre, che caratterizza lo stato d’animo dei residenti. “Siamo preoccupati – ha sottolineato Colombini – della gestione dopo l’apertura e per questo, il nostro comitato di quartiere, si sta adoperando da tempo per fare in modo che ci siano dei volontari ad affiancare il lavoro che dovrà garantire Roma Capitale”. La superficie verde, va infatti manutenuta. Una preoccupazione che è stata fatta propria anche dall’amministrazione di prossimità.

I giardineri da assumere

Abbiamo bisogno di una squadra di giardinieri da dedicare unicamente alla manutenzione del parco di Tor Marancia che, complessivamente, si estende su 220 ettari. Con quelli che sono attualmente operativi si gestisce a fatica il patrimonio verde del nostro Municipio – ha commentato l’assessore all’Ambiente Michele Centorrino – per questo ho già fatto un’apposita richiesta al Dipartimento Ambiente ed all’ufficio competente”.

Le aree da collegare

Non c’è dunque solo un problema legato all’allaccio idrico. La gestione dell’area, la seconda aperta nel parco di Tor Marancia, è legata anche alle risorse umane disponibile per garantirla. E, non da ultimo, alla sua fruizione. Il parco di Tor Marancia è infatti uno dei polmoni verdi più grandi della Capitale. Ma le aree sono tra loro scollegate. L’Afa 2, inaugurata nell'estate del 2018, non è unita a quella di cui si attende ora l’apertura. “Abbiamo chiesto anche di realizzare dei percorsi pedonali, passando attraverso il punto verde qualità di via Mosca, è infatti possibile riconnettere i due ambiti del parco” ha spiegato Centorrino.  Non basta infatti tagliare un nastro per raggiungere un risultato che, in termini di compensazioni urbanistiche, la città ha già pagato a caro prezzo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus: a Roma 58 nuovi positivi, 2914 casi nel Lazio. Record di guariti nelle ultime 24 ore

  • Roma, dove ha colpito di più il Coronavirus? Ecco la mappa dei contagi nei municipi

  • Coronavirus: a Roma 54 nuovi positivi, si abbassa il trend dei contagi. Nel Lazio 3095 casi da inizio epidemia

Torna su
RomaToday è in caricamento