GarbatellaToday

Grotta Perfetta, le case dell'I-60 sono costruite a ridosso dei pini: arriva un esposto

Le chiome di sette pini ultradecennali lambiscono i piani alti di alcuni edifici realizzati su via di Grotta Perfetta. Comitato Primo Carnera: "Non c'è rispetto per gli alberi ed il paesaggio. Abbiamo presentato un esposto"

Immersi nel verde, anche troppo. Gli edifici in costruzione su via di Grotta Perfetta, hanno un rapporto molto particolare con l'ambiente circostante. Sono stati realizzati infatti con vista sulla Tenuta di Tor Marancia. Ed a ridosso degli alberi. Probabilmente troppo, com'è stato fatto notare da un comitato di zona.

L'esposto alla Polizia Locale

"Abbiamo presentato un esposto al Comando della Polizia Locale – spiega Giovanna Arcangeli, portavoce del comitato Primo Carnera – perchè abbiamo constato che, nell'ambito dell'edificazione dell'I-60, è stato costruito uno stabile che per tutta la sua lunghezza è situato in stretta contiguità con sette alberi d'alto fusto. Si tratta di pini che, da decenni, seguono il tracciato della strada".

Una difficile convivenza

La chioma di questi alberi lambisce i piani più alti dei nuovi edifici. Un problema per i futuri acquirenti che, inevitabilmente, dovranno rinunciare ad un po' di luce. Ma è un problema anche per gli alberi convivere con degli edifici realizzati a pochi metri dall'apparato radicale ed a pochissimi centimetri dai propri rami. 

L'esposto

"Nel 2019 edificare uno stabile a Roma non può significare, come negli anni ’70, 'tirar su' dei palazzi nella terra di nessuno, senza alcuna salvaguardia, non solo per la Storia, ma anche per il territorio, per il patrimonio arboreo e paesaggistico di una città unica al mondo" si legge nell'esposto presentato dal comitato di zona all' U.O. VIII Gruppo Tintoretto.

Il complesso urbanistico I-60

I palazzi fanno parte del complesso urbanistico noto come I-60 e si trovano esattamente difronte alla Tenuta di Tor Marancia. Sono anzi il risultato del meccanismo delle compensazioni che ha consentito la nascita del parco stesso. Il legame tra i nuovi edifici e l'ambiente circostante è quindi molto stretto. Almeno in senso figurato. Secondo questi cittadini invece lo è anche sul piano fisico. Più che stretto, a gidicare dalla distanza con i pini, appare infatti molto ravvicinato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Cassia, auto contro un pilone: due morti

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Incidente a Colli Albani, autocarro investe e uccide 42enne in via Menghini

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Incidente sulla Cassia, Roma nord piange Alessandro e Marco

Torna su
RomaToday è in caricamento