GarbatellaToday

Parco del Caravaggio: "Sei 1 di noi" festeggia con due settimane di concerti e dibattiti

Due settimane di concerti e dibattiti sul lavoro, le mafie, l'ambiente e la solidarietà, con ospiti come Don Ciotti, Landini e Pagliarulo. Al Parco del Caravaggio dal 7 al 23 giugno

L'allestimento degli stand per la festa della rete "Sei uno di Noi"

Da venerdì 7 giugno, per due settimane consecutive, il parco del Caravaggio torna protagonista. L'area verde della Montagnola diventa lo spazio ideale per affrontare, nelle ore meno calde della giornata, questioni di scottante attualità. 

I temi della festa

La complessa trama che intreccia temi che vanno dal lavoro precario, alla giustizia sociale, dalla difesa dell'ambiente alla lotta contro le mafie, vengono dipanati in una serie di appuntamenti. Dibattiti serali che vedono la partecipazione di numerose  attive realtà del panorama cittadino. Rappresentanti di Action, del Movimento per il diritto all'abitare, costituzionalisti, docenti di Roma Tre, attiviste della Casa Internazionale delle Donne e di Lucha Y Siesta, affrontano i nodi che la rete Sei1dinoi sta cercando, da qualche tempo, di sciogliere in maniera partecipata.

Il percorso Sei1diNoi

E' giovane il percorso di Sei1diNoi, perchè "nasce lo scorso autunno, lanciando un appello che ha unito centinaia di persone nella nella battaglia contro mafie, povertà e disuguaglianze che, pure in una città come Roma, crescono in modo preoccupante. Dall'assemblea pubblica del 13 ottobre in Piazza Vittorio, il percorso è stato allargato coinvolgendo le realtà sociali impegnate su questi temi, a partire dalla Rete dei Numeri Pari che mette insieme associazioni, sindacati, cooperative, parrocchie, movimenti per il diritto all’abitare, reti studentesche, centri antiviolenza, comitati di quartiere, scuole, progetti di mutualismo sociale, spazi liberati e semplici cittadini – fanno sapere gli organizzatori -  Si tratta di un percorso inclusivo, rivolto a tutti e tutte coloro che non si arrendono alla narrazione di chi usa il potere, l’odio e il rancore per nascondere e non risolvere i nostri problemi sociali ed economici, come affermato durante la manifestazione del 1 dicembre e nell'assemblea in Protomoteca del 20 febbraio".

L'analisi e la proposta

Dalle due tappe invernali, Sei1diNoi, a grandi falcate, si è diretto verso la festa che si terrà al parco del Caravaggio e che " ha lo scopo di analizzare e criticare i diversi settori d’intervento che hanno caratterizzato il percorso stesso, già dalla manifestazione del 1 dicembre 2018: dalle lotta alla povertà e alle disuguaglianze sociali, economiche ed ambientali, al diritto all’abitare, passando per il sostegno all’accoglienza ai migranti, alla cooperazione sociale, alla lotta al lavoro povero e precario, senza mai dimenticare la lotta a tutte le mafie. Di questo e altro – ricordano gli organizzatori - parleremo alla nostra festa, individuando proposte e piattaforme rivendicative da far vivere durante il prossimo autunno, nei confronti del Comune di Roma e della Regione Lazio, per provare a modificare lo stato di cose attuale e alimentare una vera e propria opposizione sociale". Agli appuntamenti che dalle 19 del 6 giugno si spingeranno alla tarda serata del 23, prendereanno parte anche Don Luigi Ciotti, Maurizio Landini e Gianfranco Pagliarulo.

Festa popolare Parco del Caravaggio-2


 

Potrebbe interessarti

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Distributori di Benzina "No Logo": dove il pieno costa meno

  • 7 laghi meravigliosi da visitare nei dintorni di Roma

I più letti della settimana

  • Terremoto Roma: scossa avvertita in diverse zone della città. Epicentro a Colonna

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e tutte le informazioni

  • Sciopero a Roma, martedì 25 giugno metro e bus a rischio: tutte le informazioni

  • Uccide la moglie e poi si spara: i due coniugi non riuscivano a pagare l’affitto

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

Torna su
RomaToday è in caricamento