GarbatellaToday

“L’Appia non può più attendere”: Italia Nostra riapre i giochi

Municipi, associazioni e comitati chiamati ad un confronto pubblico sul destino del parco dell'Appia Antica. L'incontro, voluto da Italia Nostra, sarà coordinato da Mario Tozzi

Tutti intorno ad un tavolo, per tornare a discutere sul destino del Parco dell’Appia Antica. Italia Nostra riaccende i riflettori sulla creatura di Antonio Cederna, ricordando che l’Appia non può più attendere. E lo fa rilanciando la partecipazione cittadina e quella istituzionale, attraverso un confronto articolato su più questioni.

I TEMI DEL CONFRONTO - Sul piatto finiscono tematiche care a molteplici territori capitolini. Dal rispetto dei vincoli paesaggistici dell’Agro Romano, con espresso riferimento a Falcognana e Divino Amore, alla bonifica dell’Almone. Quindi dal Municipio IX si spazia fino ad arrivare al VII e poi da lì all’VIII. “E’ necessario avviare un confronto con l’Amministrazione regionale e comunale in questa fase transitoria, insieme al Commissario e al Direttore dell'Ente di Gestione e con i municipi sempre a fianco dei cittadini per la valorizzazione del parco” leggiamo nel documento che sta lanciando l’iniziativa. “A tal fine sarà presentato, in apertura di dibattito, un documento a cura della associazione e dei comitati, sottoscritto dai Presidenti del VII e dell’VIII Municipio.

ISTITUZIONI E COMITATI - All’incontro, oltre ad Andrea Catarci e Susi Fantino, sono stati invitati “a discutere con il Commissario del parco Mario Tozzi” gli Assessori regionali all’ambiente, alla cultura ed al territorio e quindi Civita, Refrigeri e Ravera ed i loro corrispettivi nella Giunta Capitolina. Sono infine state chiamate ad intervenire anche le associazioni e i comitati di Marino, Ciampino, Falcognana e Divino Amore; Statuario, Capannelle,  Tor Fiscale, Caffarella, Cecchignola e Tor Marancia. L'intento d'Italia Nostra appare chiaro: focalizzare l'attenzione sulle “molteplici vocazioni e funzioni” che il territorio ravvisa nel parco.

L' APPUNTAMENTO - L’iniziativa, si svolgerà giovedì 30 ottobre dalle ore 15 alle 20, presso la sala conferenze dell’ex Cartiera Latina, in via Appia antica 42. Un appuntamento da non perdere, durante il quale sarà possibile discutere di temi tornati di stringente attualità: dalla  disciplina di traffico dell’Appia, al  trasferimento della attività produttive incompatibili che vi sorgono a ridosso. E' il caso, quest'ultimo,degli autodemolitori presenti in via  dell’Almone di cui, i residenti ed il Comitato Parco della Caffarella, da anni chiedono lo spostamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Sciopero a Roma: venerdì 29 maggio metro, bus e tram a rischio. Gli orari

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

Torna su
RomaToday è in caricamento