GarbatellaToday

Elezioni Municipio VIII, il PD rilancia le primarie guardando al modello Zingaretti

Si punta ad una coalizione larga di centrosinistra

Formalizzata la candidatura di Enzo Foschi, il Partito Democratico è pronto ad affrontare la sfida nel Municipio VIII . Per puntare a vincere la tornata elettorale, dopo la fallimentare divisione sperimentata nella precedente consiliatura, l'imperativo del centrosinistra è di andare uniti. Ciò implica il passaggio attraverso il meccanismo delle primarie, ancora mai sperimentato in quel territorio. Prima però è necessario sgomberare il campo dagli equivoci.

La ricerca di unità nel PD

Il Municipio VIII è quello dove, a Roma, si è imposta la candidatura della renziana Patrizia Prestipino. Ed allora il primo segnale distensivo, arriva proprio dalla neo parlamentare. "Solo un mese fa sono stata eletta deputato nel collegio uninominale Ardeatino, anche grazie a un Pd unito – ha ricordato Prestipino -  Oggi voglio esprimere grande soddisfazione per la decisione unanime del Pd di designare Enzo Foschi candidato alle primarie per presidente dell'VIII municipio. Ora aspettiamo che il Pd romano decida data e modalità delle primarie e poi sarò la prima a fare campagna elettorale al fianco del Pd e di Enzo Foschi". L'ex capo di gabinetto del Sindaco Marino, ha ricevuto un significativo endorsment anche da Sabina Alfonsi. Commentando la sua investitura, la Minisindaca ha auspicato possa trovarsi anche nel Municipio III un'analoga "figura unitaria e di spessore".

Il modello Zingaretti

Serrati i ranghi attorno alla candidatura di Foschi, il PD è chiamato a fissare le regole per le prossime primarie. Il segretario romano Andrea Casu, già nella giornata di giovedì 29 ha annunciato l'intenzione di  convocare "da subito due tavoli di coalizione" per i municipi che il 10 giugno andranno al voto. L'obiettivo è quello di "allargarci ad sperienze civiche, reti territoriali, associazioni e a semplici cittadini". Insomma, quello che si vuole riprendere è "il modello del lavoro svolto dal presidente Zingaretti". Per riuscirvi  "chiedero' alle diverse forze politiche e sociali di definire rapidamente insieme le regole per poter subito avviare il percorso che portera' alla scelta dei candidati".

Il tempo stringe

Oltre a quello del PD, l'altro candidato pronto a competere nelle primarie è stato espresso dalla coalizione civica che ha sposato il progetto Super8. Si tratta di Amedeo Ciaccheri, già consigliere nel Municipio VIII nel gruppo di SEL. E proprio da un altro ex esponente di SEL, Gianluca Peciola, è stato espressa la necessità di velocizzare i tempi.  "Bene Casu sulla necessità d'indire le primarie, ma siamo convinti che i tavoli municipali devono essere convocati entro 24 ore, altrimenti non ci sono i tempi tecnici per incardinare il percorso di coinvolgimento e assicurare un'ampia risposta pubblica". Le liste vanno consegnate un mese prima delle elezioni, che il Viminale ha formalmente previsto per il 10 giugno. Restano  quindi pochissime settimane  per aprire il confronto e fare le primarie. La sensazione è che, nel Municipio VIII, non si possa perdere altro tempo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

  • Ecco il Salario Center: a Roma nord un nuovo centro commerciale

Torna su
RomaToday è in caricamento