GarbatellaToday

Grotta Perfetta: il cantiere dell' I-60 è prossimo all' apertura

Oltre 400 mila metri cubi di costruzioni, tra palazzi, servizi e locali commerciali. E nell'area di agro romano, confinante con il parco dell'Appia Antica, nascerà il progetto "Rinascimento 2012"

Il parco di Tor Marancia, enclave verde all’interno del Municipio, dal 1997 parte integrante del più ampio Parco Regionale dell’Appia Antica, ha un valore enorme per il territorio. Quantificare questo bene prezioso, è compito arduo. Anche se ad oggi i lavori per la sua riqualificazione ancora non sono stati eseguiti, in prospettiva sono in molti a scommettere sulle virtù di un’area che, incuneandosi in un tessuto urbano discretamente popolato, rappresenterà  più che un polmone verde.

I costi dell'operazione "Tenuta di Tor Marancia". Tuttavia, il concetto stesso di valore, per definizione, prevede l’accostamento di due termini che spesso viaggiano in parallelo. I benefici ed i costi. Ora, se i primi sono facilmente ricavabili, meno intuitiva rappresenta l’individuazione dei costi che, al Parco di Tor Marancia, sono legati.
Uno di questi, è indubbiamente costituito dall’ I- 60. Facendo una passeggiata per il territorio, da Roma 70 a Grotta Perfetta, non molti sono i residenti che sanno immediatamente identificare l’area corrispondente a questa sigla che sembrerebbe mutuata dalla battaglia navale. Solo che, in questo caso, piuttosto che una contraerei, ad essere affondati saranno 20 ettari di verde.
L’I –60, infatti, altri non è che la zona di campagna situata tra via Ballarin e via di Grotta Perfetta. Per intenderci, è la fascia di verde che si trova sul lato sinistro del Centro Commerciale i Granai, se lo si guarda frontalmente. Oppure, è quella porzione di territorio che si estende, parallelamente alla pista ciclabile in via di Grotta Perfetta. Dunque, proprio difronte all’ultimo lembo del Parco dell’Appia Antica.

Compensazioni edilizie. Per impedire la cementificazione dell’area, una serie di costruttori che lì vantava delle concessioni, ha potuto usufruire di compensazioni edificatorie. Una di queste è rappresentata dall’ I- 60. Percorrendo via di Grotta Perfetta, oggi, è perfettamente visibile un lunghissimo striscione, apposto dal gruppo Mezzaroma, che si sviluppa per buona parte del suo perimetro di cinta. Entro l’estate, sebbene molte associazioni e comitati, riconosciutisi nel movimento “Stop I -60” stanno preparando un ricorso, è probabile che vengano ufficialmente aperti i cantieri. Dando così il via alla realizzazione di oltre 400mila mc di costruzioni, tra edilizia residenziale (280mila mc) e servizi (120mila mc) con 15 edifici molto lunghi (in alcuni casi superano i 300 metri) per compensare la riduzione delle costruzioni, come previsto dal progetto originario (in cui gli edifici erano 32).
 

Problemi di traffico. In sostanza, a breve avremo un nuovo quartiere, per un progetto urbanistico definito Rinascimento 2012 che, cancellando  una significativa porzione di verde, porterà altri abitanti. In un’area già congestionata dal traffico, andranno pertanto ad immettersi, secondo le associazioni locali, altre 6000 vetture private. Portando al definitivo collasso un sistema viario che, ad oggi, risulta essere già particolarmente provato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento