GarbatellaToday

Tor Marancia senza barriere: donato un ascensore per Andrea, residente disabile di Shanghai

"Finora Andrea era letteralmente portato a braccia dentro casa" racconta la fondazione che ha finanziato l'installazione dell'ascensore. Pronta anche un'App per i lotti della Street art

Tra i lotti della Street Art c'è una barriera architettonica in meno. Nella palazzina F, del complesso residenziale di proprietà dell'Ater, è stato infatti installato un nuovo ascensore. Dell'operazione si è occupata la Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale e consentirà ad Andrea Matteucci, un ragazzo diversamente abile, di raggiungere liberamente la propria abitazione.

"Quando nel 2015 ho inaugurato il progetto 'Big City Life' a Tor Marancia, ho avuto modo di incontrare gli abitanti del quartiere tra cui anche Andrea Matteucci. Ho conosciuto la sua famiglia e sono venuto a sapere, nell’occasione, che questo giovane che non dispone purtroppo dell’uso delle gambe doveva essere letteralmente portato ‘a braccia’ fuori e dentro il suo appartamento al primo piano della Palazzina F" ha spiegato l'avvocato Emmanuele F.M. Emanuele, della fondazione che ha progettato l'arrivo del nuovo ascensore.

Due anni per ottenere i permessi

L'intenzione di migliorare la qualità della vita del residente, ha però dovuto fare i conti con la burocrazia. Un ostacolo in più che, con lungimiranza, la fondazone Terzo Pilastro Internazionale ha saputo affrontare. "Si è trattato di affrontare un iter burocratico lungo e faticoso, che ha richiesto più di due anni per l’ottenimento dei permessi per l’installazione dall’ATER e dal Comune ed in seguito -  ha raccontato l'avvocato Emmanuele -  oltre un anno per il completamento dei lavori, ma oggi sono davvero lieto di poter finalmente vedere concretizzata la promessa fatta". L'ascensore, realizzato dalla Marrocco Elevators Srl, verrà inaugurato nel tardo pomeriggio di lunedì 9 settembre. In quell'occasione verrà lanciata anche un'altra interessante novità.

La nuova app

Il museo a cielo aperto "Big Life City", realizzato nel 2015 grazie alla collaborazione di street artist di fama internazionale, sta per beneficiare di un'apposita App. "Tor Marancia 2.0" è stata realizzata dalla società Megasound e consente ai visitatori la piena fruizione di opere d'arte , in italiano ed in inglese, tramite disposistivi IOS e Android.

Da Shanghai a Tor Marancia

"Accanto alle imponenti opere artistiche, grazie alla Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale e alla Fondazione Cultura e Arte, oltre che all’impegno delle associazioni, dei comitati territoriali e dei singoli, si aggiungono componenti importanti per vivere al meglio la bellezza di questi luoghi" ha commentato il presidente del Municipio VIII Amedeo Ciaccheri. A conferma del fatto che la vecchia "Shanghai, come viene denominata la zona dei lotti di Tor Marancia – ricorda Ciaccheri – non smette mai di sorprendere." 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Inseguimento da film sul Raccordo Anulare: in fuga con 93 chili di droga in auto

Torna su
RomaToday è in caricamento