GarbatellaToday

Parco del Tintoretto: il M5s prova a cancellare la strada ed a salvare gli alberi

La maggioranza, per la seconda volta in sei mesi, vota un documento per chiedere di rinunciare al collegamento stradale tra via del Tintoretto e Vigna Murata. Il primo tentativo, ignorato dalla Giunta Raggi, risale a luglio

La manifestazione per salvare il parco del Tintoretto

La manifestazione organizzata dai cittadini dell'Ottavo Colle ha fatto breccia in Campidoglio. Sabato 30 marzo un migliaio di residenti ha sfilato per le vie del Tintoretto. Lo ha fatto per ribadire la richiesta di salvaguardare gli alberi del parco ed il pozzo di Ortolino.

La risposta del Campidoglio

Questa volta il Campidoglio ha deciso di rispondere all'appello dei cittadini.  Lo ha fatto presentando un atto con cui si chiede, alla Sindaca ed all'Assessore competente, di muoversi su più piani, pur di consentire la cancellazione della strada che andrebbe a collegare via del Tintoretto con via di Vigna Murata. Alla squadra di governo cittadino viene così chiesto dai consiglieri grillini  di attivarsi "in tempi rapidi", viene specificato nella mozione, per vedere se c'è una soluzione che preveda l'interruzione di quel collegamento stradale. Ovviamente "garantendo i fabbisogni funzionali del programma urbanistico esecutivo e convenzionato di Vigna Murata", sottoscritto ormai 8 anni fa.

Il precedente ignorato

Una richiesta simile, era già stata promossa dal consigliere penstastellato Pietro Calabrese, nel luglio del 2018. In quella circostanza il grillino,  primo firmatario anche dell'atto portato in Aula il 2 aprile,   aveva chiesto di "verificare la fattibilità di un possibile adeguamento della rete viaria esistente, o realizzare una viabilità comunque alternativa al collegamento viario previsto nel programma urbanistico Vigna Murata". A quella mozione seguirono tre diverse commissioni capitoline, due dedicate all'urbanistica ed un'altra alla trasparenza. Ma la soluzione non è stata trovata. Ora, al netto delle crescenti proteste della società civile, la maggioranza capitolina ci ha riprovato.

La linea D della metropolitana

Tra le principali novità, rispetto all'atto già presentato nell'estate del 2018,compare la richiesta di verificare "i provvedimenti  connessi alla realizzazione della linea D della Metropolitana", in modo tale da considerare il prolungamento della linea metropolitana di cui si è recentemente tornato a discutere. In quel caso, la proposta è di vagliare se sia possibile raggiungere anche l' area comprese tra via di Grotta Perfetta, via Ardeatina e via di Vigna Murata. Una soluzione che si muove in senso opposto rispetto all'edificazione della strada prevista nell'accordo di programma del 2011.   Consentirebbe di salvare gli alberi. Ma anche, obiettivo non secondario per l'amministrazione che ha promosso il PUMS, di cancellare una strada per puntare sulla mobilità sostenibile.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Distributori di Benzina "No Logo": dove il pieno costa meno

  • 7 laghi meravigliosi da visitare nei dintorni di Roma

I più letti della settimana

  • Terremoto Roma: scossa avvertita in diverse zone della città. Epicentro a Colonna

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e tutte le informazioni

  • Sciopero a Roma, martedì 25 giugno metro e bus a rischio: tutte le informazioni

  • Uccide la moglie e poi si spara: i due coniugi non riuscivano a pagare l’affitto

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

Torna su
RomaToday è in caricamento