GarbatellaToday

Tagli indiscriminati e potature ferme. Il Municipio VIII protesta: "Basta spot, serve programmazione"

L'amministrazione municipale tira per la giacchetta il Campidoglio. Centorrino: "C'è un problema di sicurezza: troppi alberi crollati negli ultimi giorni"

Ci sono i peri cinesi piantati fuori stagione a Garbatella. Ma anche i tagli indiscriminati di pioppi a San Paolo e gli storici ritardi nelle potature di vie alberate diffusi a macchia di leopardo, da Roma 70 a Ostiense. Nel territorio governato da Amedeo Ciaccheri e fino a giugno commissariato dalla sindaca Raggi, la manutenzione del verde resta problematica.

A suonare il campanello d'allarme è il Municipio VIII. E'  la prima volta, da quando si è insediata una nuova amministrazione, che viene affrontato in maniera complessiva il tema della manutenzione del verde. "Così non va bene – ha osservato il neo Assessore all'Ambiente Michele Centorrino – il crollo di alberi e rami, solo negli ultimi giorni, ha causato danni in via Accademia del Cimento, parco di via Badia di Cava e viale Leonardo da Vinci". 

Un problema di sicurezza

La sicurezza è al primo posto, hanno ripetuto come un mantra in Campidoglio. Eppure il crollo dei rami, non fa stare tranquilli, anzi. "La situazione è sempre più preoccupante, per l'ormai cronica mancanza di potature. I parchi come le strade del nostro territorio celano potenziali insidie per i nostri residenti e bisogna intervenire". Alcune situazioni necessitano di provvedimenti urgenti.

Gli interventi urgenti

In via Tito, nella mattinata di mercoledì 3 ottobre, una squadra di giardineri era ad esempio impegnata nella potatura di alcuni pini. I rami penzolavano sulle teste dei tanti cittadini che ogni giorno, con i propri cani, frequentano quel giardino pubblico. "Sono tante le richieste che come assessorato abbiamo rivolto ma che restano senza risposta. Il risultato – osserva Centorrino – è che poi la mancanza d'interventi mette in crisi proprio la sicurezza delle nostre aree verdi, dai giardini di via Baldovinetti al Parco Pullino". C'è poi un altro tema che riguarda quello delle piantumazioni.

La pianificazione e le future piantumazioni

"Questa città meriterebbe una diversa attenzione. Non servono interventi spot come quello dei peri elettorali di via Licata. Occorre pianificare, serve un programma dettagliato delle nuove piantumazioni".  I soldi per farle dovrebbero esserci. Tra i progetti più votati del processo partecipativo RomaDecide compare quello relativo alla sostituzione di 600 ceppaie con altrettante alberature. Il tavolo tecnico di Roma Capitale ha stimato che serviranno 750mila euro, per interventi diffusi tra San Paolo, Tor Marancia e Garbatella. Ora bisogna comprendere quando e dove inizieranno esattamente queste nuove piantumazioni. Con l'accortezza, questa volta, di evitare i mesi caldi. Via Licata docet.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Casamonica, è l'ora delle ruspe (e della rabbia). Raggi: "Avanti per ridare il Quadraro ai cittadini"

  • Cronaca

    Spada e Casamonica: la testata di Ostia e l'aggressione al Roxy bar, prima gli arresti poi gli sgomberi

  • Politica

    Casamonica, guerra fredda tra Raggi e Salvini. E Renzi si complimenta con la sindaca

  • Politica

    Ecopass, l'assessora Meleo è a Tokyo: la delibera slitta ancora

I più letti della settimana

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Casamonica, blitz al Quadraro: 600 vigili per abbattere otto villette abusive

  • Blocco auto Roma: chi può circolare domenica 18 novembre

  • Maratona, manifestazioni e domenica ecologica: le strade chiuse ed i bus deviati

  • A terra e sanguinante in commissariato: il giallo di Massimiliano il "Brasiliano"

  • Incidente sulla Tuscolana: si aggrava il tragico bilancio, dopo Alessandro è morto anche l'amico Giordano

Torna su
RomaToday è in caricamento